Jollibee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jollibee
Jollibee Plaza Bldg., Ortigas Center - panoramio.jpg
La sede di Jollibee a Pasig.
StatoFilippine Filippine
Forma societariapublic company
Fondazione28 gennaio 1978
Fondata daTony Tan Caktiong
Sede principalePasig
GruppoJollibee Foods Corporation
Persone chiaveTony Tan Caktiong (chairman)
SettoreAlimentare
ProdottiFast food, inclusi:
Fatturato113,91 miliardi di (2016)
Utile netto3,25 miliardi di (2011)
Dipendenti13 133 (2012)
Sito webwww.jollibee.com.ph/

Jollibee è una catena filippina di fast food di Jollibee Foods Corporation (JFC) nata nel 1978.

Jollibee a Hong Kong

     Nazioni attuali

     Ex nazioni

     Nazioni pianificate

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1975 Tony Tan Caktiong e la sua famiglia aprirono una gelateria Magnolia a Cubao, Quezon City. Successivamente l'outlet ha iniziato a offrire pasti caldi e sandwich su richiesta dei clienti. Quando i prodotti alimentari divennero più popolari per il gelato, la famiglia decise di convertire la gelateria in un ristorante fast food che divenne il primo outlet Jollibee nel 1978[1]. Il consulente di direzione Manuel C. Lumba ha informato la famiglia del cambio di strategia. Inizialmente Jollibee fu chiamato "Jolibe" ma cambiò il suo nome in "Jollibee".

Jollibee ha registrato una rapida crescita. È stato in grado di resistere all'ingresso di McDonald's nelle Filippine nel 1981, concentrandosi sui gusti specifici del mercato filippino, che differiva dalla società americana di fast food[2]. Il primo negozio Jollibee all'estero è stato aperto a Taiwan nel 1986, ora chiuso[3]. Jollibee ha continuato ad espandersi e ad aprire punti vendita sia all'interno del paese che all'estero.

Jollibee in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Verso febbraio 2018 è stato aperto il primo ristorante Jollibee a Milano.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Il prodotto principale di Jollibee è il pollo fritto, con il marchio Chickenjoy[4] che è stato usato per la prima volta nel 1980.[5] Prima del Chickenjoy, il principale prodotto era lo YumBurger nato nel 1978[6].

Jollibee ha iniziato a servire spaghetti nel 1979 e il palabok nel 1982. Le patatine fritte furono offerte insieme al Chickenjoy nel 1980. Una versione più grande dello YumBurger, il Champ è stata lanciata nel 1984. Dal 1988 propone anche il gelato Jolly Twirl[6].

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppatore videoludico Ivan Gonzales ha creato un fangame di Five Nights at Freddy's basato sulla catena chiamato Jollibee's per Windows e Android. Nel gioco interpretiamo un guardiano notturno di un locale della catena che deve difendersi da futuristici robot rappresentanti le mascotte della compagnia. Nel 2020 é stato pubblicato il seguito del gioco, Jollibee's: Phase 2, ambientato in un magazzino di proprietà della società LBM Shipments, Inc., dove i robot sono stati portati prima di essere spediti altrove.

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

Jollibee, una ape mascotte antropomorfa vestita con un blazer, con una camicia e un cappello da chef, è stata introdotta dal marchio nel 1980. [7] Durante il concepimento della mascotte, è stato realizzato come punto di riferimento per il design Topolino della Disney.[8]

La mascotte Jollibee è stata progettata per incarnare l'ottimismo filippino. Tony Tan, presidente e fondatore ha paragonato il personaggio della mascotte al ragionamento popolare filippino che l'ape "salta intorno e produce cose dolci per la vita ed è felice anche se è impegnata".[9]

Altre mascotte furono realizzate anche per la catena di fastfood Jollibee, molte delle quali presenti in Jollitown, uno spettacolo per bambini trasmesso nelle Filippine. [8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) From Ice Cream Parlor to Fast Food Empire: Tony Tan Caktiong’s Story, su www.wipo.int. URL consultato il 19 marzo 2020.
  2. ^ Acquired tastes, in The Economist. URL consultato il 19 marzo 2020.
  3. ^ Milestones / History | Jollibee Foods Corporation, su web.archive.org, 19 marzo 2014. URL consultato il 19 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2014).
  4. ^ Krista Montealegre, Jollibee aims to expand in UK, Italy next year, BusinessWorld, 1º novembre 2015. URL consultato il 2 novembre 2015.
  5. ^ Jollibee Foods Corporation - Milestones, su Jollibee. URL consultato il 1º novembre 2017.
  6. ^ a b Milestones & History, su Jollibee. URL consultato il 19 ottobre 2017.
  7. ^ (EN) Milestones / History « Jollibee Foods Corporation, su jollibee.com.ph. URL consultato il 3 aprile 2020.
  8. ^ a b (EN) How Jollibee took on the world, su South China Morning Post, 21 luglio 2019. URL consultato il 3 aprile 2020.
  9. ^ A busy bee in the hamburger hive, in The Economist. URL consultato il 3 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN150433032 · LCCN (ENno2002042226 · WorldCat Identities (ENlccn-no2002042226