Ixobrychus sinensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tarabusino cinese
Ixobrychus sinensis P6232813.jpg
Ixobrychus sinensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Sottofamiglia Botaurinae
Genere Ixobrychus
Specie I. sinensis
Nomenclatura binomiale
Ixobrychus sinensis
J.F. Gmelin, 1789
Areale
Ixobrychus sinensis map.svg

     aree di nidificazione

     stanziale

     aree di migrazione

Il tarabusino cinese (Ixobrychus sinensis J.F. Gmelin, 1789) è un uccello della famiglia degli Ardeidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un airone di media taglia, lungo 30–40 cm e con una apertura alare di 45–53 cm.[3]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre principalmente di insetti acquatici e delle loro larve (p.es. Diptera spp., Libellulidae spp., Coenagrionidae spp., Belostomatidae spp.) e occasionalmente cattura anche piccoli pesci.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie ha un ampio areale che si estende in Bangladesh, Brunei, Cambogia, Cina, Corea, Guam, India, Indonesia, Giappone, Filippine, Laos, Malaysia, Maldive, Isole Marianne Settentrionali, Micronesia, Myanmar, Nepal, Oman, Pakistan, Palau, Papua Nuova Guinea, Russia, Seychelles, Singapore, isole Salomone, Sri Lanka, Taiwan, Thailandia, Timor-Est, Vietnam.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2016, Ixobrychus sinensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020. URL consultato il 12 aprile 2018.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 12 aprile 2018.
  3. ^ a b (EN) Martínez-Vilalta, A., Motis, A. & Kirwan, G.M., Yellow Bittern (Ixobrychus sinensis), su Handbook of the Birds of the World Alive, 2018. URL consultato il 13 aprile 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Uccelli