Incino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incino
frazione
Incino – Veduta
Chiesa romanica di Sant'Eufemia
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Como-Stemma.png Como
ComuneErba (Italia)-Stemma.png Erba
Territorio
Coordinate45°48′24″N 9°13′37″E / 45.806667°N 9.226944°E45.806667; 9.226944 (Incino)Coordinate: 45°48′24″N 9°13′37″E / 45.806667°N 9.226944°E45.806667; 9.226944 (Incino)
Altitudine277 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
TargaCO
Nome abitantiincinesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Incino
Incino

Incino è una frazione geografica del comune italiano di Erba di cui ne costituisce il quartiere meridionale, verso Merone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Incino fu un antico comune del Milanese, capoluogo di pieve.

Registrato agli atti del 1751 insieme alle cascine di Villincino, Rogora e Ferrera come un villaggio di 443 abitanti, nel 1786 entrò per un quinquennio a far parte della Provincia di Como,[1] per poi cambiare continuamente i riferimenti amministrativi nel 1791, nel 1797 e nel 1798, quando contava 512 residenti.

Portato definitivamente sotto Como nel 1801, alla proclamazione del Regno d'Italia nel 1805 risultava avere 603 abitanti.[2] Nel 1809 il municipio fu soppresso su risultanza di un regio decreto di Napoleone che lo unì per la prima volta ad Erba, ma il Comune di Incino fu restaurato nel 1816 dagli austriaci dopo il loro ritorno. Nel 1853 risultò essere popolato da 959 anime, salite a 1058 nel 1871. Il censimento del 1901 registrò 2171 residenti, ma nel 1906 il governo decise la definitiva soppressione del municipio aggregandolo nuovamente ad Erba, ribattezzato per l'occasione Erba Incino, seguendo l'antico modello napoleonico.

Sagra[modifica | modifica wikitesto]

La Sagra del Masigott è la tradizionale festa del quartiere di Incino che si svolge principalmente presso la Piazza del Mercato attigua a Piazza Sant'Eufemia dove ha sede l'omonima plebe, il sabato e la domenica della terza settimana del mese di ottobre. La Sagra ricorda storicamente lo spostamento della sede parrocchiale dalla chiesa di Sant'Eufemia alla Chiesa di Santa Maria Nascente. Durante i giorni di festa si può usufruire di un servizio ristorante con specialità locali, spettacoli e diversi eventi sportivi, come la famosa Cuccagna, e culturali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia