Il tiranno di Siracusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il tiranno di Siracusa (Damon e Pitias)
Titolo originaleIl tiranno di Siracusa
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneItalia, USA
Anno1962
Durata100 min
Generestorico, avventura
RegiaCurtis Bernhardt, Alberto Cardone
SoggettoFranco Riganti, Samuel Marx
SceneggiaturaArthur Marx, Franco Riganti
ProduttoreFranco Riganti Sam Jaffe e Samuel Marx (associati)
Casa di produzioneInternational Motion Picture Enterprises e Metro-Goldwyn-Mayer (MGM)
Distribuzione (Italia)MGM
FotografiaAldo Tonti
Luigi Kuveiller (operatore)
MontaggioNiccolò Lazzari
MusicheAngelo Francesco Lavagnino
ScenografiaAlberto Boccianti
Ennio Michettoni
CostumiAdriana Berselli
TruccoNilo Jacoponi
Rosa Luciani (hair stylist)
Interpreti e personaggi

Il tiranno di Siracusa è un film di avventura del 1962 diretto da Alberto Cardone e Curtis Bernhardt. Il film è conosciuto in Italia anche col titolo Damon e Pitias e all'estero con Damon and Pythias.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Pitias si reca a Siracusa per incontrare Arcanos, capo dei pitagorici, costretti insieme a lui a nascondersi dalla furia del tiranno Dionisio. In seguito il giovane s'imbatte in un ladro di nome Damon che prima lo deruba, poi lo salva dall'arresto e infine lo denuncia alle guardie di Dionisio. Si pente appena in tempo da avvertire Pitias del gesto, ma vengono entrambi arrestati. Damon offre la sua vita in cambio della loro salvezza, ma Dionisio viene a sapere che la moglie di Pitias sta morendo, così gli offre la possibilità di stare fuori dal carcere e di tornare entro un mese per sostituire Damon al patibolo. Pitias va ad Atene e poi ritorna in Sicilia, proprio mentre le guardie stanno cercando di sacrificare l'amico Damon. L'uomo si oppone al gesto e Dionisio, colpito da tale prova di amicizia, li libera.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne girato a Roma, alle Terme di Caracalla e negli studi romani di Cinecittà, a Gaeta e a Terracina[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Venne distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema