Il molto onorevole Mr. Pulham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il molto onorevole Mr. Pulham
Hedy Lamarr 3.jpg
Titolo originale H.M. Pulham, Esq.
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1941
Durata 120 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono (Western Electric Sound System)
Rapporto 1,37 : 1
Genere drammatico
Regia King Vidor
Soggetto dal romanzo H.M. Pulham, Esquire (1941) di John P. Marquand
Sceneggiatura Elizabeth Hill e King Vidor
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated)
Fotografia Ray June
Montaggio Harold F. Kress, Frank Sullivan (non accreditato)
Scenografia Cedric Gibbons Edwin B. Willis (arredatore)
Costumi Robert Kalloch Gile Steele: costumi maschili
Interpreti e personaggi

Il molto onorevole Mr. Pulham (H.M. Pulham, Esq.) è un film del 1941 diretto da King Vidor.

Il soggetto è tratto dal romanzo di John P. Marquand. Marquand, che aveva vinto il Premio Pulitzer nel 1938, pubblicò H.M. Pulham, Esquire nel 1941.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Harry Moulton Pulham è un tradizionale uomo d'affari di mezz'età di Boston, con una ben precisa routine quotidiana. Ha una brava moglie, Kay, con la quale ha stabilito un rapporto tranquillo anche se senza passione. Ma non è sempre stato così.

Quando Harry sta per partecipare a una riunione con i vecchi compagni di scuola, ha un flashback che lo porta a ricordare gli avvenimenti di più di venti anni prima. Dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, il suo amico e compagno di studio di Harvard Bill King lo aiuta a trovare lavoro in una società di pubblicità di New York, dove si innamora di una vivace e indipendente collaboratrice di nome Marvin Miles. Tuttavia, anche se si amano, lei non è portata al ruolo di moglie tradizionale e lui non può immaginare un luogo diverso in cui vivere dalla conformista Boston. Così interrompono la loro relazione. Harry si innamora e sposa una donna del suo stesso ambiente sociale e con la sua stessa mentalità, assecondando i desideri del padre e della madre.

Dopo tutti questi anni però Harry si sente profondamente insoddisfatto della sua monotona routine. A colazione implora la moglie di andare via con lui immediatamente, per ravvivare il loro amore, ma Kay respinge l'idea in quanto impraticabile e sciocca. Harry allora chiama Marvin, convincendola a rivedersi dopo venti anni, e si reca nel suo appartamento. La passione sembra riemergere, ma suona il telefono e Harry capisce che anche lei è sposata. Entrambi si rendono conto che non possono recuperare il passato.

Dopo aver detto addio a Marvin, Harry torna dalla moglie, che gli dice che vuole andare via con lui come ha suggerito quella mattina; adesso è Harry che ritiene la cosa impraticabile, ma Kay ha già cancellato tutti i loro appuntamenti e ha già messo le valigie in macchina. Harry si convince a prendersi una vacanza con la moglie e sembra felice.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) (controlled by Loew's Incorporated)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), il film fu presentato in prima a Boston il 3 dicembre. Uscì poi nelle sale cinematografiche USA il 18 dicembre 1941. In Italia, distribuito con il titolo Il molto onorevole Mr. Pulham, arrivò solo dopo la guerra, presentato il 10 gennaio 1948.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7
  • La grande parata - Il cinema di King Vidor a cura di Sergio Toffetti e Andrea Morini, Lindau 1994 ISBN 88-7180-106-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema