Il maestro burattinaio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il maestro burattinaio
Il maestro burattinaio.jpg
Titolo originaleXì mèng rénshēng
Lingua originaleLingua min nan, cinese, giapponese
Paese di produzioneTaiwan
Anno1993
Durata142 min
Generedrammatico
RegiaHou Hsiao-hsien
SoggettoTianlu Li
SceneggiaturaChu Tien-wen e Nien-Jen Wu
FotografiaPin Bing Lee
MontaggioChing-Song Liao
MusicheMing Chang Chen e Hongda Zhang
ScenografiaChang Hung e Ming-Ching Lu
Interpreti e personaggi

Il maestro burattinaio (戲夢人生S, Xì mèng rénshēngP) è un film del 1993 diretto da Hou Hsiao-hsien, vincitore del Premio della giuria al 46º Festival di Cannes.[1]

Sulla base delle memorie di Li Tian-lu, il più celebre burattinaio di Taiwan[2][3], questa storia copre gli anni dalla nascita di Li nel 1909 fino alla fine del cinquantennale occupazione giapponese di Taiwan nel 1945.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1909-1945: la prima parte della vita del burattinaio Li Tien-lu (appare come narratore, ed è interpretato da Lim nella versione giovane) è segnata da prevaricazioni familiari e da un oscuro senso della predestinazione, mentre Taiwan è una colonia giapponese. Cesserà di esserlo nel 1945, ma Li fa in tempo a impegnarsi in spettacoli di propaganda bellica.

Hou non giudica né la storia (e anzi mostra i giapponesi come relativamente umani) né i personaggi: con il suo sguardo da lontano, vuole mostrare gli incroci tra storia e privato.[4] E quella del teatro (burattini, ma anche opera cinese) è una metafora dai molti risvolti. Seconda parte di una trilogia sulla storia di Taiwan, iniziata con Città dolente (1989) e seguita da Good Men, Good Women (1995).

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1993, festival-cannes.fr. URL consultato il 29 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2013).
  2. ^ Master Li Tien-Lu, su www.theatre-ombres-chinoises-marionnettes.fr. URL consultato il 14 maggio 2016.
  3. ^ Li Tian-Lu, su hkmdb.com. URL consultato il 14 maggio 2016.
  4. ^ J. Hoberman, Taiwan’s Master Timekeeper, su The New York Review of Books. URL consultato il 14 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema