Il Fermo Proposito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Fermo Proposito
Lettera enciclica
Stemma di Papa Pio X
Pontefice Papa Pio X
Data 11 giugno 1905
Anno di pontificato II
Traduzione del titolo Il fermo proposito
Argomenti trattati Azione Cattolica
Enciclica papale nº V di XVI
Enciclica precedente Acerbo Nimis
Enciclica successiva Vehementer Nos

Il Fermo Proposito è una lettera enciclica promulgata da papa Pio X l'11 giugno 1905.

Essa era diretta ai Vescovi d'Italia per l'istituzione e lo sviluppo dell'Azione Cattolica, associazione laica per l'apostolato cattolico nel mondo.

Questa enciclica si collega strettamente alla "Rerum Novarum" di papa Leone XIII. Se la prima ha segnato le direttive del pensiero della Chiesa sui problemi sociali, questa ha dettato le norme per l'azione. L'irregolare situazione creatasi in Italia in conseguenza della sempre aperta "Questione romana", per cui ai cattolici come tali era impedito la partecipazione alla vita politica della Nazione, non impediva tuttavia che, a somiglianza di ciò che accadeva in altri Paesi, sia il clero come il laicato cattolici si dedicassero allo studio dei problemi sociali, in contrapposizione al movimento socialista che sembrava voler assumere il monopolio della soluzione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]