I sei giorni del Condor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I sei giorni del Condor
Altro titolo Six Days of the Condor
Autore James Grady
1ª ed. originale 1974
Genere romanzo
Sottogenere spionaggio, thriller, fantapolitica
Lingua originale inglese
Ambientazione Washington
Protagonisti Ronald Malcolm
Coprotagonisti Wendy Ross

I sei giorni del Condor (Six Days of the Condor) è un romanzo di spionaggio scritto da James Grady nel 1974.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Washington. Ronald Malcolm è un impiegato sotto copertura della CIA che lavora nel settore che si occupa di open source intelligence, ovvero la raccolta di informazioni attraverso fonti di pubblico accesso: nella fattispecie il suo reparto, American Literary Historical Society, si occupa di esaminare le trame dei libri gialli per trovare coincidenze tra la narrazione e fatti criminali che avvengono nel mondo reale.

Benché il suo ufficio non sia apparentemente un obiettivo sensibile, una mattina, durante una pausa in cui Malcolm esce per andare ad acquistare del cibo per sé e i colleghi, un gruppo di fuoco si introduce nei locali e uccide tutti gli impiegati lì presenti. Al rientro in ufficio Malcolm scopre l'eccidio e si rende conto di essere sopravvissuto per puro caso; essendo l'unico superstite su di lui si concentrano i sospetti delle forze di sicurezza americane che si mettono alla sua ricerca. Malcolm, nome in codice Condor, inizia così una fuga di sei giorni nella quale fortunosamente riesce a non farsi rintracciare nemmeno dai doppiogiochisti e dai criminali che hanno scatenato la drammatica sequenza di eventi per nascondere un traffico di droga.

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Dal romanzo è stato tratto il film I tre giorni del Condor del 1975 diretto da Sydney Pollack.

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura