I menù di Benedetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I menù di Benedetta
I menu di Bendetta.jpg
Paese Italia
Anno 2011-2013
Genere cucina
Durata 60 min
Lingua originale italiano
Crediti
Conduttore Benedetta Parodi
Ideatore Benedetta Parodi, Cristiano Rinaldi, Silvia Bizzotto, Paolo Quilici
Regia Fabio Calvi
Casa di produzione Magnolia e TI Media
Rete televisiva LA7

I menù di Benedetta è stato un programma televisivo culinario, trasmesso su LA7 dal 19 settembre 2011, condotto da Benedetta Parodi e prodotto da Magnolia, di proprietà di Giorgio Gori, marito della sorella di Benedetta Parodi, Cristina Parodi.

Il programma consiste in due edizioni, e non è stato confermato per la stagione 2013-2014.[1] Il programma si è avvalso in molte puntate dei tre figli minorenni di Benedetta, portati in trasmissione spesso anche con il padre, il giornalista sportivo Fabio Caressa, come emblemi della famiglia felice e normale. Nelle puntate della trasmissione sono state ospiti anche altre figure appartenenti alla famiglia della conduttrice, titolari di brand di vario tipo e settore. Per esempio la cognata, "zia Giovanna", moglie del fratello di Benedetta, ha una società che fabbrica pigiami e ha partecipato alla trasmissione andata in onda il 3 aprile 2012 in occasione della trasmissione intitolata 'Pigiama party" con al seguito i tre figli di Benedetta e i suoi. Tutti vestiti con i pigiami della società facente capo alla "zia Giovanna". Anche i monili, soprattutto braccialetti, erano costantemente inquadrati dalla telecamera durante le preparazioni di Benedetta. Nel corso della trasmissione si specificava che c'erano inserimenti di prodotti a scopo commerciale, ma questo avviso riguardava le marche i cui nomi erano in evidenza. Si può parlare dunque in questo caso di pubblicità occulta, per altro mai sanzionata dagli organi preposti. Oltre a pubblicizzare marche di paste, elettrodomestici, pentole, nella trasmissione era costante la pubblicità dei prodotti editoriali - libri di cucina, agende di cucina, un libro di favole - della conduttrice che, grazie alla produzione televisiva del cognato Gori, ha potuto godere dei proventi di ingenti diritti d'autrice derivanti dalle vendite.

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione è partita il 19 settembre 2011 e si è conclusa il 22 maggio 2012. La trasmissione è andata in onda nel 2011 alle 12:30 mentre nel 2012 alle 17:55. In ogni puntata vengono proposti 5 piatti: i primi 4 fanno parte del menù, mentre il quinto fa parte di una categoria che si ripete per svariate puntate; le categorie proposte sono: i piatti dedicati ai bambini, le paste veloci, le ricette di Natale, le colazioni e le merende, le "apericette" (ricette veloci che accompagnano gli aperitivi). È inoltre prevista la presenza di un ospite, famoso o non famoso, che cucina con la conduttrice un piatto del menù.

Le ricette sono alternate dalla preparazione della tavola, sempre in tema del menù; e dalla creazione di composizioni floreali utili per completare la tavola, preparate da Massimo Sandrini di Scenografiefloreali. Un'altra presenza all'interno del programma è quella del barman Alessandro, che prepara gustosi cocktail, alcolici e analcolici. Il programma si conclude con alcuni consigli pratici per la gestione della casa.

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

La seconda ed ultima edizione del programma è partita lunedì 10 settembre 2012. Molte le novità riguardanti la trasmissione a partire dall'orario di messa in onda per circa un'ora dalle 18:25, in uno studio completamente rinnovato e con il pubblico che poteva anche interagire con la conduttrice. In questa edizione viene tolto tempo all'organizzazione della tavola, per dedicarne di più al cocktail, non più preparato da Alessandro ma da un nuovo bar man acrobatico, campione mondiale, Bruno. Sono stati inoltre eliminati i consigli sui piatti e sulla casa presenti alla fine della trasmissione e sostituiti dai titoli di coda e dai loghi degli sponsor e sullo sfondo si poteva trovare prima la visuale dello studio poi l'ultimo piatto che veniva preparato. Dal 23 dicembre il programma è andato in onda nella fascia preserale alle 18.50. Da qui in poi alla fine della trasmissione è stata aggiunta una ricetta chiamata "Salvacena", dove la Parodi cucinava in tempo reale, cioè da 8 a 10 minuti, una ricetta con cui salvare la cena, da portare in tavola in poco tempo prima del telegiornale.

Il libro[modifica | modifica wikitesto]

Abbinato alla trasmissione troviamo anche un libro con circa 60 ricette, edito da Rizzoli Editore (collana Cucina) in collaborazione con LA7, con lo stesso titolo del programma. Il 10 ottobre 2012 è uscito un nuovo libro sempre di Bendetta Parodi intitolato Mettiamoci a Cucinare, dove sono contenute tutte le ricette e alcune tavole, della stagione 2011-2012. Sono inoltre contenute foto, immagini e istantanee che illustrano la Parodi da giovane, le tavole e le ricette "Step by Step", cioè spiegate ed illustrate ad ogni step.

Altre informazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 26 dicembre 2011 alle 14.00 è andata in onda una puntata speciale del programma, in aggiunta a quella delle 12.25, dal titolo I menù di Benedetta Speciale Capodanno.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]