Hokora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tre hokora in una strada di campagna
Un piccolo hokora a Kyoto. Sebbene gli hokora siano generalmente classificati come scintoisti, sono spesso decorati con una svastica che in Giappone è un simbolo associato al buddismo. Specialmente a Kyoto, molti hokora sono in realtà dedicati a Kannon, un bodhisattva, piuttosto che alle divinità scintoiste.

Un hokora o hokura (祠 o 神庫?) è un santuario shintoista in miniatura o che si trova nel recinto di un santuario più grande e dedicato al kami popolare, o sul lato della strada, che custodisce un kami non sotto la giurisdizione di un grande santuario.[1] I Dōsojin, dei kami minori che proteggono i viaggiatori dagli spiriti maligni possono, ad esempio, essere custoditi in un hokora.[1]

Il termine hokora, ritenuta una delle prime parole giapponesi per il santuario shintoista, si è evoluto da hokura (神庫?), letteralmente significa "deposito kami", un fatto che sembra indicare che i primi santuari fossero capanne costruite per ospitare alcuni yorishiro.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Encyclopedia of Shinto, Hokora.
  2. ^ Il termine yorishiro (依り代?) letteralmente significa approccio sostitutivo.
  3. ^ p. 232 pages, ISBN 4-333-01684-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]