Harry Maybourne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Maybourne
Universo Stargate SG-1
Autore
1ª app. in Enigma
Interpretato da Tom McBeath
Specie Umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita USA[1]
Professione Ufficiale superiore USAF

Harry Maybourne è un personaggio immaginario del telefilm di fantascienza Stargate SG-1.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Harry Maybourne è un colonnello dell'USAF, con moralità e lealtà molto ambigue, spesso in contrasto con l'SGC. Come membro del NID tentò di usare Teal'c come cavia da laboratorio dopo che quest'ultimo è stato punto da un insetto alieno.[2]

Maybourne eseguì diverse operazioni contro l'SGC e soprattutto l'SG-1[3][4][5]. Ogni volta le sue losche operazioni vengono interrotte ed infine è costretto a fuggire in Russia, dove aiuterà a creare il programma Stargate dell'ex Unione Sovietica.

Successivamente verrà catturato dagli Americani e messo nel braccio della morte, dopo essere stato accusato di tradimento.[6] Nonostante ciò, O'Neill è costretto a chiedere il suo aiuto varie volte, tra cui quando il generale Hammond viene minacciato di perdere le nipoti se non rassegna le dimissioni.[7][8][9] Maybourne infine imbroglia l'SG-1 facendosi portare in un pianeta lontano. Durante la missione lui e O'Neill attraversano per errore un portale che li conduce sul satellite del pianeta stesso. Quando la squadra riesce a raggiungerli, Maybourne riesce a convincerli a lasciarlo su un pianeta piuttosto che riportarlo in prigione.[10] L'SG-1 incontra per l'ultima volta Harry Maybourne nella veste di Re Arkhan I, un re chiaroveggente e molto potente, che guida la popolazione locale. Quando la gente del posto scopre la verità, lo accettano comunque come esperto di tecnologia e la squadra torna sulla Terra senza di lui.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]