Grengiols

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grengiols
comune
Grengiols – Stemma
Grengiols – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Wallis matt.svg Vallese
DistrettoRaron Orientale
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate46°22′00″N 8°06′00″E / 46.366667°N 8.1°E46.366667; 8.1 (Grengiols)Coordinate: 46°22′00″N 8°06′00″E / 46.366667°N 8.1°E46.366667; 8.1 (Grengiols)
Altitudine995 m s.l.m.
Superficie58,5 km²
Abitanti432 (2016)
Densità7,38 ab./km²
FrazioniBächerhyschere, Bedle, Deisch, Hockmatte, Ze Hyschere
Comuni confinantiBaceno (IT-VB), Bettmeralp, Binn, Bister, Ernen, Lax, Mörel-Filet, Ried-Briga, Termen, Varzo (IT-VB)
Altre informazioni
Cod. postale3993
Prefisso027
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS6177
TargaVS
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Grengiols
Grengiols
Grengiols – Mappa
Sito istituzionale

Grengiols (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 432 abitanti del Canton Vallese, nel distretto di Raron Orientale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Al territorio comunale dopo il 1818 fu accorpata la località di Bedle, fino adl allora frazione del comune di Bister[1].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale cattolica di San Pietro, eretta nel 1913-1915[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[2]:

Abitanti censiti

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Grengiols è servito dall'omonima stazione, sulla ferrovia del Furka-Oberalp.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Philipp Kalbermatter, Bister, in Dizionario storico della Svizzera, 14 marzo 2017. URL consultato l'8 marzo 2018.
  2. ^ a b Philipp Kalbermatter, Grengiols, in Dizionario storico della Svizzera, 5 gennaio 2009. URL consultato l'8 marzo 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN248273342
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera