Giuseppe Dalla Santa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Dalla Santa (Venezia, 18 settembre 1950Venezia, 29 aprile 2011) è stato un fumettista italiano.[1][2][3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conclusi gli studi liceali, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza per poi passare all'Accademia di Belle Arti di Venezia dove si diploma e, nel 1975, inizia a collaborare con lo studio dei fratelli Vladimiro e Ennio Missaglia dove, appresi i rudimenti del mestiere, esordì come disegnatore nel 1976 pubblicando con l'editore francese Jeunesse & Vacance alcuni episodi della serie Kalì.[2] Negli anni ottanta disegnò varie storie di diversi genere, western, erotico e thriller, sia per editori italiani che francesi. Ha collaborato con la casa editrice Dardo alla realizzazione di storie di genere bellico della collana Super Eroica, con la Cenisio alla serie a fumetti tratte da Furia cavallo del West e per la Universo a storie per la rivista Intrepido. Tra il 1983 e il 1985 ha collaborato con Miro ed Ennio Missaglia e Caterina Mognato sul fumetto western Yukon per Aventures et Voyages. Contemporaneamente, ha pubblicato sulle testate antologiche Lanciostory e Skorpio della Eura Editoriale.[2][1]

Nel 1989 decide di cambiare genere e, grazie a Giovan Battista Carpi, entra nella redazione di Topolino esordendo lo stesso anno; si dedicherà a realizzare fumetti Disney, realizzando numerose storie oltre a varie saghe come Le sette meraviglie dei paperi (insieme a Maurizio Amendola) e Le Fantaleggende, alcune delle quali su sceneggiature scritte dalla moglie Caterina Mognato, fino al 2011, quando morì per un tumore.[1][2][3] Ha lavorato anche per gli studios americani della Disney, su storie di Duck Tales e Cip & Ciop agenti speciali.[1][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Giuseppe Dalla Santa, su lambiek.net. URL consultato il 26 giugno 2019.
  2. ^ a b c d Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 4 luglio 2019.
  3. ^ a b c Giovanni La Mantia, Addio a Giuseppe Dalla Santa - Comicus, su www.comicus.it. URL consultato il 4 luglio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]