Giulio Boldrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giulio Boldrini
Giulio Boldrini.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 64 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Ritirato 1978
Carriera
Giovanili
19??-1964 Portuense
1964-1967 SPAL
Squadre di club1
1967-1977SPAL288 (1)
1977-1978Paganese35 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giulio Boldrini (Ostellato, 7 luglio 1946) è un ex calciatore italiano, di ruolo libero o mediano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Mediano poi libero, crebbe calcisticamente nell'Ostellato per poi passare prima nella Portuense e in seguito alla SPAL di Paolo Mazza. Dopo aver fatto la trafila nelle giovanili (Boldrini fece anche parte della squadra che vinse lo scudetto con la squadra De Martino), esordì in Serie A il 3 dicembre 1967 nella gara interna vinta contro la Sampdoria. Quel campionato che si concluse con la retrocessione dei biancoazzurri in Serie B. Il 7 gennaio 1968, schierato all'ala destra contro la Fiorentina, nel tentativo di contrastare Amarildo procurò, nel corso di un contrasto, un infortunio al brasiliano.[senza fonte]

Retrocessa la SPAL, dopo aver disputato le sue uniche 17 gare in Serie A, Boldrini venne confermato titolare anche l'anno successivo. Per lui 32 partite e nuova retrocessione spallina. Nei successivi quattro campionati di Serie C gioca 104 partite di campionato, poi torna, nel 1973, in Serie B sotto la guida di Mario Caciagli e in altri quattro campionati di Serie B scende in campo altre 135 volte. In totale saranno 288 le partite di Boldrini con la maglia della SPAL: 17 in Serie A, 167 in Serie B e 104 in Serie C, segnando in tutto un solo goal il 20 maggio 1973 decisivo per il pareggio ad Empoli. È tuttora il calciatore che ha giocato più gare in assoluto con la maglia biancoazzurra.[1]

La rosa della SPAL 1975-1976, Boldrini è il quarto in piedi da sinistra tra Leonardo Grosso e Silvano Gelli.

Solo con la nuova retrocessione della SPAL in Serie C e con l'allontanamento di Mazza dalla società, Boldrini, nel 1977, emigrerà nella Paganese sempre in Serie C dove gioca le sue ultime 35 partite fra i professionisti. A 32 anni decide di impiegarsi in una filiale di banca ad Ostellato e giocare fra i dilettanti con la squadra locale che lo vide tirare i primi calci.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

SPAL: 1972-1973

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Il calcio a Ferrara" di Carlo Fontanelli e Paolo Negri, Geo Edizioni 2009