Giovanni Canti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il poeta italiano, vedi Giovanni Canti (poeta).

Giovanni Canti (Parma, 5 dicembre 1653Mantova, 4 luglio 1716) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Ferrante (di famiglia bresciana) e di Fiorita Boni, è conosciuto come pittore di battaglie e paesaggi alla maniera di Ilario Spolverini (Parma, 1657 – Piacenza, 1734). Fu allievo di Francesco Monti, detto "il brescianino delle battaglie".

Giunse a Mantova verso la fine del Seicento dove fondò una scuola: fra i suoi allievi spiccano Francesco Maria Raineri, detto lo Schivenoglia, e Giuseppe Bazzani. Numerose opere di soggetto sacro del Canti sono ancora conservate in chiese di Mantova come la chiesa di San Martino, la chiesa di San Gervasio e la chiesa di Santa Maria della Carità.

Attorno al 1700, lavorò nella villa degli Strozzi a Begozzo di Palidano (MN) dipingendo le "solite famose battaglie", come risulta da una lettera del 1704 che il marchese Pompeo Arrigoni scrisse al nobile Camillo Arrigoni (Archivio Arrigoni-Cavriani, conservato nel palazzo Cavriani di Mantova). Non è ben chiaro però se nella lettera ci si riferisca al fregio del vestibolo del piano terra (Amazzonomachia) o alle tele della Galleria del primo piano, come risulta da inventari successivi.

Morì a Mantova e fu sepolto nella Chiesa di Sant'Ambrogio.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Amazzonomachia (villa Strozzi a Begozzo di Palidano Gonzaga, Mantova) - attribuzione incerta
  • Madonna con s. Antonio (chiesa di San Martino, Mantova l'Annunciata) - attribuito da Giovanni Cadioli
  • San Carlo Borromeo, Giovanni Battista e altri santi (chiesa dei Santi Gervasio e Protasio, Mantova)
  • Battaglia, olio su tela cm 119x119 (Collezione privata, Mantova)
  • Battaglia, cm 116x279, Reggia di Caserta
  • Battaglia, cm 118x277, Reggia di Caserta

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuliano Spadini, Schivenoglia Francesco Maria Raineri, Quistello, Tipografia Ceschi, 2008, pp. 18, 20 e 124.
  • Giovanni Cadioli, Descrizione delle pitture di Mantova, Mantova, 1763.
  • Luigi Lanzi, Storia pittorica dell'Italia dal risorgimento delle Belle Arti fin presso al fine del XVIII secolo, vol. VII, Milano, Nicolò Bettoni, 1831.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95699972 · ISNI (EN0000 0000 6802 2979 · Europeana agent/base/98122 · GND (DE1032362979 · ULAN (EN500003182 · CERL cnp02070592 · WorldCat Identities (ENviaf-95699972