Cavriani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cavriani
CAVRIANI.PNG
Bandato di nero e d'argento[1].
StatoDucato di Mantova, Impero Austriaco
Titoliconti e marchesi
FondatorePietro Cavriani
Attuale capoFederico Cavriani[2].
Data di fondazioneXIII secolo
Etniaitaliana
Stemma dei marchesi Cavriani
Stemma della Famiglia Cavriani.jpg
Stemma dei Cavriani
Blasonatura
inquartato: nel 1º e 4º d'argento a tre bande di nero; nel 2º e 3º d'argento all'aquila bicipite di nero, coronata di oro, alla croce patente di rosso, attraversante sull'inquartato[3].

Cavriani è una famiglia aristocratica italiana di Mantova. Era scesa dalla Germania intorno al 1000 e già nell'XI secolo era fiorente e ricca. Capostipite fu Pietro Cavriani (XIII secolo).

Storia e personalità illustri[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Teresa Cavriani (von Johann Poch, nel 1830)
Mantova, Palazzo Cavriani

La famiglia Cavriani appare nel XII secolo. Il nome precedente era Capriani e deriva, a sua volta, probabilmente dalla famiglia di origine di Cavriana in Lombardia. All'inizio del XIII secolo alcune terre di Sacchetta (Sacha Caprianorum, Sacca dei Cavriani), ora frazione di Sustinente, furono donate dal Comune di Mantova alla nobile famiglia Cavriani, che venne in soccorso della città. Nel 1359 l'imperatore Carlo IV le dichiarò fondo imperiale e ne investì Corradino II Cavriani, cavaliere al servizio dei Visconti di Milano. La famiglia prese durante il dominio dei Gonzaga, con i quali si erano imparentati, una posizione significativa ricoprendo importanti incarichi. con la caduta dei Bonacolsi, la famiglia dei Cavriani divenne una delle famiglia più influenti di tutto il territorio Mantova, subito dopo i Gonzaga, da poco saliti al potere. Nel 1638 la reggente del ducato di Mantova e del Monferrato Maria Gonzaga concesse alla famiglia Cavriani il titolo di marchesi. Nel 1700 veniva annoverata come la più ricca proprietaria fondiaria della città.

La famiglia annovera tra i suoi più illustri esponenti:

  • Pietro Cavriani, con 300 cavalieri da lui assoldati difese la Repubblica Mantovana e fu fatto membro del consiglio comunale della Città[4][5].
  • Guido Cavriani (XIII secolo), patrizio di Mantova, Detto "Bertuccio".
  • Corrado Cavriani(XIII secolo), patrizio di Mantova, Ambasciatore Mantovano a Trattare la Pace con i Veronesi nel 1259, subito dopo la morte di Ezzelino III da Romano. intorno al 1359 eresse nei pressi di Sacchetta, il grande Castello di Sacchetta, detto Castello di Maggiorasco[6].
  • Pietro cavriani, patrizio di Mantova, Savio del Comune di Mantova 1308-1328.
  • Corradino Cavriani (XIII secolo), patrizio di Mantova, Cavaliere del Marchese d' Este da Luchino Visconti e da Mastino I della Scala, Primo Signore di Sacchetta (Feudo Imperiale 1359), nominato dall'Imperatore Carlo IV;
  • Vivaldo Cavriani Anziano del Consiglio di Mantova e famigliare dei Gonzaga nel 1370;
  • Ottavio Cavriani (XIV secolo), ambasciatore di Mantova presso il Papa Bonifacio IX nel 1398, accompagnò in Terra Santa Francesco I Gonzaga[6][7].
  • Francesco Cavriani (+1439), Signore di Sacchetta, Patrizio di Mantova, Consigliere di Mantova nel 1407;
  • Carlo Cavrani, (XV secolo), Signore di Sacchetta (confermato come feudo imperiale con Privilegio del 25-4-1412 per sé, e per i Suoi discendenti eventuali della Dinastia), e patrizio di Mantova, cortigiano del Marchese Gianfrancesco Gonzaga, e Ambasciatore Mantovano Presso il Concilio di Costanza nel 1414[6].
  • Galeazzo Cavriani (XV secolo), al servizio di Gianfrancesco Gonzaga;
  • Luigi Cavriani, (XV secolo), Signore di Sacchetta e Capo dell'Esercito Imperiale di Sigismondo I nel 1433;
  • Galeazzo Cavriani, vescovo di Mantova dal 1444 e governatore di Roma (1459-1460);
  • Giovanni Cavriani, (XV secolo), fratello del Vescovo Galeazzo, Patrizio di Mantova, Signore di Sacchetta, e Armato Cavaliere dell'Imperatore Federico III;
  • Benedetto Cavriani, Signore di Sacchetta (Vende la Sua Parte alla Marchesa di Mantova);
  • Paolo Cavriani, Consignore di Sachetta e Patrizio di Mantova, Uomo d'Armi, si Distinse alla Presa di Brescia nel 1425 e nella Battaglia di Fornovo;
  • Antonio Cavriani (1497-1574), fisico, padre di Filippo, Francesco ed Alessandro, che fu medico del futuro imperatore Carlo V nonché del cardinale Ercole Gonzaga[6].
  • Filippo Cavriani (?-1606), figlio di Antonio fu medico e letterato. Seguì in Francia il duca di Nevers Ludovico Gonzaga-Nevers, entrando nella corte di Enrico III di Francia, divenendo suo medico personale, accompagnatore della Granduchessa Cristina di Lorena, in occasione del suo matrimonio con il Granduca Ferdinando I de' Medici, e creato cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano da quest' ultimo;
  • Guido Antonio Cavriani (XVI secolo), pretore di Castiglione nel 1520 e podestà di Castel Goffredo;
  • Leonardo Cavriani (XVI secolo), Patrizio di Mantova, e Consigliere del Marchese di Mantova Francesco II Gonzaga e Senatore del Senato del Coume Municipale della Città di Mantova.
  • Giovanni Maria Cavriani (XVI secolo), Uomo d'Armi, prese parte alla Battaglia di Lepanto, sotto le armi della Serenissima.
  • Leopoldo Cavriani, Patrizio di Mantova, Consigliere Ducale, e Senatore;
  • Giulio Cavriani (XVI secolo), patrizio di Mantova, castellano in Casale nel 1550, presidente del Senato del Monferrato, presidente del Senato mantovano nel 1554, ambasciatore mantovano a Venezia nel 1572, presidente di sanità durante la peste del 1576, cortigiano di Corte del Duca Francesco III Gonzaga, nel 1526 venne nominato da papa Clemente VII Cancelliere della Pontificia Camera Apostolica[8]
  • Ercole Cavriani (XVI secolo), patrizio di Mantova, giureconsulto, dottore del collegio mantovano dal 1571 e cameriere del Duca Guglielmo Gonzaga nel 1584, dal 1584 divenne cavallerizzo maggiore di Vincenzo I Gonzaga dove partecipò al corteo per la sua Incoronazione a Duca di Mantova[9].
  • Eusperio Cavriani (m. 1587), patrizio di Mantova, arciprete di Borgoforte;
  • Clara Cavriani (XVI secolo), segretaria personale e dama di compagnia della Duchessa di Mantova Eleonora dè Medici.
  • Annibale Cavriani (m. 1594), fu consigliere degli imperatori Ferdinando I e di Massimiliano II, il quale riuscì ad ottenere il permesso di far inquartare il suo stemma famigliare con le acquile bicipidi Asburgiche, venne inviato dal Cardinale Ercole Gonzaga all'Imperatore Ferdinando, per trattare le nozze tra il Duca Guglielmo e la figlia dell'Imperatore Eleonora, Cavalierie dell’Ordine di Santiago, Maggiordomo Maggiore del Duca Francesco III Gonzaga[10].
  • Alberto Cavriani (+ 13-1-1595), Patrizio di Mantova, Decano della Cattedrale di Mantova, Abate di San Marco,e Ambasciatore Mantovano in Spagna, venne Nominato Primo Consigliere Ducale, e Vescovo di Alba dal 1590, e Incoronò Guglielmo Gonzaga primo Duca del Monferrato, elevato da Marchesato a Ducato[8].
  • Ferrante Cavriani, (XVI secolo), Patrizio di Mantova, armato Cavaliere dal Re Enrico III di Francia, e suo Cameriere d'onore nel 1549.
  • Ottavio Cavriani (m. 1617), Patrizio Mantovano, Grande Scudiero Imperiale, e consigliere intimo dell'imperatore, servì anche l'Arciduca d'Austria Mattia e fu famigliare dell'Imperatore Rodolfo II[8].
  • Federico Cavriani (1597-1662), capostipite della linea dei “Cavriani d'Austria”;
  • Ferrante Cavriani, Patrizio di Mantova, Armato Cavaliere di Re Enrico III di Francia;
  • Silvia Cavriani (XVI secolo), maggiordonna dell'Imperatrice Eleonora Gonzaga nel 1627
  • Ottaviano Cavriani (XVI secolo), Patrizio di Mantova, nel 1592 venne Nominato dal Duca Vincenzo I suo tesoriere segreto, col compito di annottare l'ammontare e il diminiure del denaro speso dal Duca stesso in occasione di divertimenti eccessivi (ballo, gioco d'azzardo ecc.).
  • Massimiliano Cavriani (1565-1629), Signore di Sacchetta, Patrizio di Mantova, maggiordomo del duca di Mantova Vincenzo I Gonzaga, Presidente del Maestrato nel 1613, Maggiordomo di Caterina de' Medici Duchessa di Mantova, e Cavaliere dell'Ordine del Redentore dal 1623, nel 1595 servì il duca Vincenzo nella sua spedizione in Ungheria contro i Turchi[8].
  • Francesco Cavriani, Signore di Sacchetta, Patrizio di Mantova, infeudato di Colcavagno nel 1652 ed elevato al titolo di marchese il 9 gennaio 1658 da Maria Gonzaga tutrice e Reggente di Carlo II Gonzaga, cavaliere del Redentore Primo Ministro e maggiordomo maggiore del duca Carlo II Gonzaga[11].
  • Ferdinando Cavriani (1625-1696), primo ministro e consigliere del IX duca di Mantova, primo ministro del duca Ferdinando Carlo di Gonzaga-Nevers, colonnello nelle milizie imperiali e ducali, cameriere dello zio dell'Imperatore Leopoldo I, comandante generale delle milizie del Monferrato;
  • Annibale Cavriani (1631-1718), signore di Sacchetta e patrizio di Mantova, nel 1644 venne creato generale delle cacce del Duca di Mantova, e membro della deputazione Mantovana inviata a Roma in Occasione dell'Incoronazione di Papa Alessandro VII.
  • Massimiliano Cavriani (1631-1718), signore di Sacchetta di Sustinente e patrizio di Mantova; frate capuccino e poi "Padre Antonio da Mantova".
  • Corradino Cavriani (1660-1687), figlio del marchese Ferdinando signore di Sacchetta e Sustinente, patrizio di Mantova. Sacerdote Primicerino della Basilica di Sant' Andrea, Gran Cancelliere dell'Ordine del Redentore[11][12].
  • Massimiliano Cavriani (1677-1694), patrizio di Mantova,signore di Sacchetta di Sustinente, ministro prefetto di Camera del Duca Ferdinando Carlo Gonzaga, Governatore del Ducato di Casale
  • Ottavio Cavriani (1655-1726), Signore di Sacchetta, Patrizio di Mantova, Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro e Cavaliere dell'Ordine del Redentore. nel 1686 venne nominato dal Re di Spagna Carlo II Maestro di Campo, e membro della Deputazione Mantovana inviata a Milano dal Vescovo di Mantova Enrico Vialardi, per trattare con il Principe Eugenio, Affinché la Città di Mantova venisse risparmiata dalle Truppe Imperiali per la Fellonia del Duca di Mantova, e la sconfitta durante la Guerra di Sucessione Spagnola[13][14][15][16].
  • Antonio Cavriani Antonio Cavriani (1682-1756), signore di Sacchetta e patrizio di Mantova, nel 1733 venne nominato membro della Giunta interinale di Governo del Governatore di Mantova Filippo d'Assia-Darmstadt, e nel 1755 commissionò all'architetto Alfonso Torreggiani la modifica e l'ampliamento dell'attuale facciata Barocca dell'Antico residenza di Famiglia del Palazzo Cavriani
  • Cristoforo Cavriani Antonio Cavriani (1780-1825), Commendatore dell'Ordine teutonico.
  • Ferdinando Cavriani (1717-1795), signore di Sacchetta e patrizio di Mantova, conservatore delle acque del Po e governatore della città di Governolo, Membro della Deputazione dal 1776 al 1782. Ha coperto l'incarico di membro dell'Araldica Deputazione mantovana. A lui è dovuta la costruzione del piccolo cimitero vicino alla chiesa parrocchiale di Sacchetta[17][18][19]
  • Annibale Cavriani (1719-1803), cavaliere gerosolimitano, soldato militante nella cavalleria imperiale al servizio dell'imperatore Carlo VI[20].
  • Guido Cavriani (XVIII secolo), gentiluomo di camera di Ferdinando I di Parma[21]
  • Ladislao Cavriani (1819-1890), capitano dell'I.R. Cavalleria Austriaca.
  • Antonio Cavriani (1757-1834), signore di Sacchetta e patrizio di Mantova, benefattore della città di Mantova, si distinse nell'ambito compiendo notevoli azioni benevoli di beneficenza e aiuto verso i bisognosi della Città e nella Provincia.
  • Luigi Cavriani (2-10-1758/14-8-1839), signore di Sacchetta e patrizio di Mantova, ciambellano dell’imperatore Leopoldo II nel 1791, decurione di Mantova nel 1791, nel 1794 venne nominato Podestà di Mantova, fu prefetto della congregazione municipale e rappresentante di Mantova presso la corte imperiale nel 1795. a lui è dovuta la costruzione dela giardino pensile davanti al Palazzo Cavriani con aggiunta la Statua di Virgilio, con annessa cancellata sormontata dai busti delle più autorevoli personalità della Città di Mantova[21][22].
  • Federico Cavriani (1762-1837), signore di Sacchetta e patrizio di Mantova, Cavaliere Gerosolimitano, senatore del Regno Italico. Creato conte con lettere Patenti (11-10-1811), prefetto dell'Accademia nazionale virgiliana. Il titolo di Conte gli venne riconosciuto con Sovrana Risoluzione dell'Imperatore Francesco II d'Asburgo-Lorena il (22-3-1821)[23][24][25].
  • Massimiliano Cavriani, (Mantova 11-7-1833/6-6-1863), ciambellano Imperial-Regio austriaco, sposatosi con Donna Isabella Lucchesi Palli, figlia di Don Ettore Duca della Grazia e di Carolina di Borbone Principessa delle Due Sicilie il 5-10-1856.
  • Ippolito Cavriani (1808-1893), e patrizio di Mantova, Podestà di Mantova dal 1844 al 1846, gli successe alla carica, il noto storico della Città di Mantova Carlo d'Arco[26].
  • Annibale Cavriani (18-12-1805/16-9-1876), cavaliere dell’Ordine della Corona Ferrea, ciambellano imperiale, podestà di Mantova nel 1849. I discendenti nati dalle prime nozze con Teresa Arrigoni assunsero il cognome Cavriani-Arrigoni. Ottenne il riconoscimento del titolo marchionale con Decreto Ministeriale italiano del 1873, nel 1866 con l'annessione di Mantova al Regno d'Italia, Annibale venne Nominato primo presidente dell'attuale Provincia di Mantova dal 1867 al 1869[27].
  • Giovan Francesco Cavriani, (Sustinente 16-11-1834/30-1-1871), maggiore nella Guardia Nazionale di Mantova; Sposato con Beatrice Castiglioni.
  • Tullo Cavriani (Sustinente 16-12-1842/30-5-1915), signore di Sacchetta e parente del pretendente ducale Achille Gonzaga poiché sposò Costanza Gonzaga[28].
  • Antonio Cavriani (Mantova 9-4-1834/21-5-1919),Sposa Camilla Dal Verme, Figlia del Conte Don Carlo di Sanguinetto, Principe del S.R.I.,
  • Carlo Cavriani (Mantova 4-11-1879/9-1-1931), Signore di Sacchetta Titolo Riconosciuto con Regio Decreto nel 1920.
  • Giuseppe Cavriani (Mantova 14-03-1879/1-09-1932),Ministro e Plenipotenziario di S.M. Re Vittorio Emanuele III, Signore di Sacchetta
  • Massimiliano Cavriani (Sustinente (21-09-1873 / 12-08-1957), Signore di Sacchetta: Titolo Non Riconosciuto dal Fascismo. Sposato con Ippolita Cavriani Arrigoni, Deportata nelle Alpi Durante la Repubblica Sociale Italiana.
  • Alessandro Cavriani, (Mantova, 21-06 1911 – Asinara, 9-08-1943), eroe di guerra;
  • Aliana Cavriani (Mantova 12-6-1933/25-08-2004), ultimo membro della nobile famiglia Mantovana ad abitare sino alla morte nel Palazzo di famiglia, nel 1988 donò all’Archivio di Stato di Mantova parte del suo archivio gentilizio familiare, fu l'ultima rappresentante del ramo dei Cavriani-Arrigoni[29][30].
  • Gianfrancesco Cavriani (Mantova 31-10-1874/30-04-1946), signore di Sacchetta;
  • Carlo Cavriani (Mantova 7-4-1876/30-4-1962), sacerdote della chiesa di Sacchetta;
  • Luigi Guido Cavriani (Sustinente 9-06-1885 / 20-07-1972), signore di Sacchetta, dirigente del Partito Socialista Italiano a Mantova;
  • Federico Cavriani (Genova 6-02-1935), è l'attuale rappresentante della famiglia Cavriani, residente a Mantova e pretendente allo storico titolo di Signore di Sacchetta e Marchese delle Terre di Famiglia[31][32].
  • Carlo Cavriani (Ostiglia 16-11-1947), Signore di Sacchetta e Membro del Consiglio Comunale di Sustinente
  • Alessandro Cavriani (Mantova 5-1-1978), Signore di Sacchetta[33].

Oltre a Mantova anche in Austria ci sono stati membri della famiglia Cavriani nell'esercito asburgico e nell'amministrazione:

I Cavriani costruirono nella cripta della Michaelerkirche (Chiesa di S. Michele) di Vienna la loro tomba di famiglia laica. Avevano come margravio di tre generazioni un seggio ereditario nella Camera dei signori d'Austria, prima Camera rappresentativa austriaca.

Arma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma originario della famiglia è costituito da tre strisce bianche su sfondo nero. Lo stemma si trova in forma modificata, a seconda della linea collaterale. Lo stemma comunale della località Mitterndorf an der Fischa nella Bassa Austria si basa sullo stemma dei Cavriani.

Possedimenti[modifica | modifica wikitesto]

Palazzo Cavriani a Vienna nel 1730
Mozzecane, Villa Vecelli, Cavriani
Interno di palazzo Cavriani a Mantova. Foto di Paolo Monti, 1979 (Fondo Paolo Monti, BEIC)

Dopo l'annessione di Mantova da parte dell'Austria, la famiglia acquistò della proprietà nell'Impero asburgico. Queste includono il castello di Bad Kreuzen, il castello di pietra di Mauthausen, il castello di Wartberg ob der Aist, il castello di Unterweitersdorf e il castello di Seibersdorf. In Boemia e Moravia sono stati in loro possesso i villaggi di Veselá u Častrova e Letohrad e ha preso il loro nome il villaggio della Moravia Kavriánov, nel comune di Šaratice.

A Vienna costruirono il Palazzo Cavriani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Blasonario delle famiglie subalpine
  2. ^ Il marchese Cavriani: donerò a Mantova mobili e dipinti
  3. ^ Cavriani di Mantova
  4. ^ I Cavriani e il territorio di Sacchetta
  5. ^ Annuario della nobiltà Italiana
  6. ^ a b c d Tettoni-Salandini, p.592
  7. ^ " Francesco I Gonzaga pellegrino in Terrasanta"
  8. ^ a b c d Tettoni-Salandini, p.594
  9. ^ Cronaca universale della città di Mantova. Volume III
  10. ^ L. Tettoni, F. Salandini, Teatro araldico, ovvero Raccolta Generale delle armi ed insegne gentilizie delle più illustri e nobili casate..., Vol. V, Lodi, 1846.
  11. ^ a b Tettoni-Salandini, p.595
  12. ^ Compendio cronologico-critico della storia di Mantova
  13. ^ Cronaca universale della città di Mantova
  14. ^ Tettoni-Salandini, pp.595-596
  15. ^ Deputazione Mantovana
  16. ^ Ottavio Cavriani_Teresiana - Comune di Mantova
  17. ^ Il cimiterino antico o Oratorio Cavriani
  18. ^ I CAVRIANI UNA FAMIGLIA MANTOVANA
  19. ^ Compendio cronologico-critico della storia di Mantova
  20. ^ Annibale Cavriani_Teresiana - Comune di Mantova
  21. ^ a b Tettoni-Salandini, p.596
  22. ^ Studi intorno al municipio di Mantova
  23. ^ Federico Cavriani (Treccani)
  24. ^ Un sacerdote giacobino storia di un prelato mantovano nel mondo della rivoluzione francese
  25. ^ Tettoni-Salandini, p.597
  26. ^ Municipio di Mantova
  27. ^ Studi intorno al municipio di Mantova dall'origine di questa fino
  28. ^ quando lLa banda austriaca accolse le truppe savoiarde a Mantova
  29. ^ Palazzo Cavriani va all'asta per 10 milioni
  30. ^ Si è spenta la decana della nobiltà Mantovana
  31. ^ mostra a Palazzo D'Arco
  32. ^ Gazzetta di Mantova
  33. ^ a Palazzo Cavriani in visita arriva un discendente
  34. ^ SustinenteOnLinE - Parrocchia di Sacchetta - Il castello Maggiorasco
  35. ^ Graziella Scavazza, Oratorio Cavriani, finito il restauro da 150mila euro, Gazzetta di Mantova, 20 maggio 2012. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  36. ^ Marco Dallabella, Itinerari goitesi: quattro percorsi fra storia, arte e natura, Mantova, 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Cantù, Grande illustrazione del Lombardo-Veneto. Mantova e la sua provincia. Volume quinto, Milano, 1859. ISBN non esistente.
  • Daniela Ferrari (a cura di), I Cavriani, una famiglia mantovana, Sometti, 2012. ISBN 978-88-7495-449-0
  • L. Tettoni;F. Salandini (a cura di), Teatro araldico, ovvero Raccolta Generale delle armi ed insegne gentilizie delle più illustri e nobili casate..., Lodi, 1846. ISBN non esistente.
  • Mario Castagna, Valerio Predari, Stemmario mantovano. Vol I, Montichiari, 1991. ISBN non esistente.
  • Genealogia Cavriani illustrata, Giovanni Zucchetti, 1856.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE143920677 · CERL cnp01284492