Gimax

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gimax
Gimax GP Monza 1978.png
Gimax su Surtees TS20 a Monza nelle prove del Gran Premio d'Italia 1978
Nome Carlo Virginio Franchi
Nazionalità Italia Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1978
Scuderie Surtees
GP disputati 1 (0 partenze)
 

Carlo Virginio Franchi, meglio conosciuto con lo pseudonimo Gimax, ricavato dall'abbreviazione dei nomi dei suoi figli (Gigi e Massimo)[1] (Lainate, 1º gennaio 1938), è un ex pilota automobilistico italiano.

Ha partecipato ad un'unica gara valida per il campionato mondiale di Formula 1, il Gran Premio d'Italia a Monza nella stagione 1978 al volante di una Surtees, fallendone la qualificazione.[1]

Non si è mai iscritto ad una gara utilizzando il suo vero nome; anche il figlio ha usato lo stesso pseudonimo del padre.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gimax partecipò alla sua prima gara di una campionato mondiale supercar alla 1000 Km di Monza nel 1974, dove giunse al 21º posto su una Chevron B23-Cosworth condivisa con Laurent Ferrier. Per i successivi dieci anni partecipò ad altre numerose gare internazionali in Italia, dove gareggiò sempre sotto lo pseudonimo di "Gimax".[2]

Al suo debutto nella Formula 2 a Vallelunga nel 1975 giunse al 10º posto a bordo di una vecchia Trivellato March-BMW. Gimax chiuse poi al terzo posto nella tappa Enna-Pergusa della Targa Florio del 1976 a insieme a Stanislao Sterzel su una March 75S-BMW, dopo che tutte le autovetture ufficiali (tranne quella) si erano ritirate dalla gara del Group Six World Championship.[2]

Nonostante la carriera di basso livello fino ad allora, Gimax venne chiamato in Formula 1 a sostituire l'infortunato Rupert Keegan per il Gran Premio d'Italia 1978, ma la sua autovettura Durex Surtees TS20-Ford si rivelò un disastro e alla fine risultò il pilota più lento nelle qualifiche (28º tempo), non riuscendo così a qualificarsi per la gara.[2]

Ha inoltre corso, l'anno successivo, al Gran Premio Dino Ferrari ad Imola,[3] non valido per il mondiale.[4]

Nel 1979 e 1980 Gimax gareggiò nel meno impegnativo campionato britannico di Formula Aurora con la scuderia di Dave Price: compagno di squadra del leggendario campione di motociclismo Giacomo Agostini, la sua Williams FW06-Ford non lottò mai per il podio, anche se giunse quarto a Monza nella seconda stagione.

Gimax continuò a correre con le vetture sportive per altre cinque stagioni e la sua Osella-BMW arrivò terza nella 6 ore del Mugello nel 1980 e nella 1000 km di Monza nel 1981.

Si è ritirato dallo sport nel 1984, ottenendo più successo nel mondo degli affari che non come pilota da corsa.[2]

Risultati in F1[modifica | modifica wikitesto]

1978 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg Flag of the United States.svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of Sweden.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Canada.svg Punti Pos.
Surtees TS20 NQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Carlo Franchi, historicracing.com. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  2. ^ a b c d (EN) Gimax, su Motor Sport Magazine. URL consultato il 03 agosto 2017.
  3. ^ La storia di un campione automobilistico barbianese: Carlo Franchi, alias "Gimax", ilgrandefelix.it. URL consultato il 03 agosto 2017.
  4. ^ (EN) 1979 Dino Ferrari GP, chicanef1.com. URL consultato il 2 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]