Gildo Rizzato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gildo Rizzato
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 66 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1977
Carriera
Giovanili
Montagnana
Squadre di club1
1964-1965 Legnano 0 (0)
1965-1966 SPAL 0 (0)
1966-1967 Legnago Salus ? (?)
1967-1969 SPAL 11 (0)
1969-1971 Empoli 41 (9)
1971-1973 Triestina 29 (3)
1973-1975 Sangiovannese 44 (1+)
1975-1977 Monselice ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gildo Rizzato (Montagnana, 2 febbraio 1948) è un ex calciatore, dirigente sportivo e imprenditore italiano, attuale patron e presidente dell'Abano Calcio.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver vestito la maglia del Legnano nel 1964 e quella del Legnago Salus nel 1966[1], gioca in Serie A con la SPAL nella stagione 1967-1968 disputando 7 partite. Debutta in massima serie il 5 novembre 1967 all'eta di 19 anni in SPAL-Varese (1-3). Gioca la sua ultima partita il 14 aprile 1968 in Mantova-SPAL (0-1). Successivamente milita nella Triestina dove in due stagioni colleziona 29 presenze e 3 gol.[2][3][4]

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1991 è il patron e presidente (salvo per alcune stagioni) dell'Abano Calcio, che attualmente milita in Serie D.

Imprenditoria[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1977 al 1984, lavora per l'azienda Benotto Biciclette. Nel 1987 fonda G.R. Bike azienda di Padova, che commercializza articoli ed accessori per il ciclismo e per lo sport in generale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Triestina: 1971-1972
Sangiovannese: 1973-1974

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Preto avverte il Legnago «Attenzione al Cerea» larena.it
  2. ^ Vecchie glorie users.libero.it
  3. ^ Stagione 1971-1972 Serie D unionetriestina.it
  4. ^ Stagione 1972-1973 Serie C unionetriestina.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]