Giacomo Pueroni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giacomo Pueroni (Torino, 6 gennaio 1964[1]Gorizia, 18 febbraio 2017[2][3]) è stato un fumettista italiano.Ha vissuto e lavorato a Gorizia.[1][4][5]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi diplomato presso l'Istituto d'Arte di Gorizia[1], inizia a lavorare nel campo della grafica pubblicitaria e nel frattempo disegna strisce umoristiche pubblicate su riviste dedicate al fandom, Inside Star Trek e Shadows on the moon. Le strisce sono caratterizzate da un tono volutamente parodistico e sono basate su serie fantascientifiche esistenti.

Nel 1996 Pueroni entra a far parte dello staff di disegnatori di Zona X della casa editrice Sergio Bonelli Editore, testata per la quale disegna la storia Cleopatra 2000, ambientata nell'universo narrativo di Legione stellare. Nel 1999 passa alla squadra di disegnatori di Jonathan Steele, sempre per la Sergio Bonelli Editore. Il suo esordio avviene sulle pagine del numero 3 "Sfida nella città sommersa", storia disegnata assieme a Teresa Marzia. La sua prima storia come disegnatore completo è il sesto numero della serie, intitolato Il prigioniero. Pueroni rimane all'interno nel team del personaggio, proposto in una nuova serie pubblicata dalla Star Comics a partire del 2004, a seguito della chiusura della testata da parte della Sergio Bonelli Editore.

La collaborazione con Federico Memola, autore in Zona X e creatore di Jonathan Steele, continua nel 2006, con la realizzazione del volume Harry Moon pubblicato da 001 Edizioni, personaggio che sarà ripreso nel 2010 in una serie pubblicata da Planeta De Agostini, con un primo numero disegnato da Pueroni.

Oltre al lavoro per la Sergio Bonelli Editore, dal 2005 insieme a Miriam Blasich e Luca Vergerio, con i quali crea il Gruppo Fumatti, realizza la serie di fantascienza Anjce.[6][7]

Dal 2009 realizza illustrazioni per la rivista Robot pubblicata da Delos Books. Una delle illustrazioni per Robot gli varrà il Premio Italia nel 2016.[2]

Nel 2012 realizza, insieme a Guido Masala, una storia per la testata Nathan Never della Sergio Bonelli Editore. Nel 2014, su matite di Andrea Bormida, disegna il numero 9 della serie Dragonero.[4]

Ha inoltre pubblicato storie brevi per altre case editrici, come Edizioni Arcadia[8] e Coniglio Editore.[3][9]

Dal 2016, Pueroni ha iniziato a raccontare sul suo blog la propria esperienza con la sclerosi laterale amiotrofica.[10][11] L'interruzione del lavoro come disegnatore ha generato iniziative per supportarlo, come la pubblicazione in digitale da parte della Sergio Bonelli Editore delle storie apparse sui numeri 22, 23 e 24 di Jonathan Steele e sui numeri 249 e 287 di Nathan Never.[12]

Giacomo Pueroni è morto all'ospedale di Gorizia il 18 febbraio 2017 all'età di 53 anni, a causa di complicazioni dovute alla malattia.[4]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Jonathan Steele[modifica | modifica wikitesto]

Prima serie[modifica | modifica wikitesto]

Seconda serie[modifica | modifica wikitesto]

Harry Moon[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Memola (testi); Giacomo Pueroni (disegni), L'uomo dei due mondi, in Harry Moon n. 0, 001 Edizioni, 2006, ISBN 9788895208039.
  • Federico Memola (testi); Giacomo Pueroni (disegni), Guerra invisibile, in Harry Moon n. 1, Planeta-De Agostini, 2010, ISBN 9788467488685.[13]

Altri albi della Sergio Bonelli Editore[modifica | modifica wikitesto]

Altre pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Giacomo Pueroni (testi); Giacomo Pueroni (disegni), Non temerò alcun male, in Mangaka n. 1, Coniglio Editore, luglio 2009.[3][9]
  • Giacomo Pueroni e Francesco Donato (testi); Giacomo Pueroni (disegni), Istinto naturale, in Mangaka n. 2, Coniglio Editore, 2009.
  • Federico Memola (testi); Giacomo Pueroni (disegni), Legione Stellare - Il vagabondo dello spazio, in Arcadia presenta n. 1, Edizioni Arcadia, 2011.[8]
  • Alessandro Mainardi (testi); Giampiero Casertano, Giacomo Pueroni e Manuela Nerolini (disegni), Roba del 1922, in Don Camillo a fumetti n. 3, ReNoir Comics, 2011, ISBN 9788865670392.
  • Alessandro Mainardi (testi); Giampiero Casertano (matite) e Giacomo Pueroni (disegni), Gerda, in Don Camillo a fumetti n. 4, ReNoir Comics, 2012, ISBN 9788865670514.
  • Roberto Cardinale e Stefano Nocilli (testi); Giacomo Pueroni (disegni), Djed, in Kepher n. 3, Star Comics, febbraio 2012.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016: Premio Italia per la migliore illustrazione, Tu non esisti, pubblicata su Robot numero 74.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Giacomo Pueroni - Giacomo Pueroni - Sergio Bonelli, su www.sergiobonelli.it. URL consultato il 06 giugno 2016.
  2. ^ a b c Premi Italia a Storie da Altrove e Giacomo Pueroni! - Notizie Flash - Sergio Bonelli, su www.sergiobonelli.it. URL consultato il 06 giugno 2016.
  3. ^ a b c Pueroni san ∂ Fantascienza.com, su Fantascienza.com, 3 agosto 2009. URL consultato il 07 giugno 2016.
  4. ^ a b c La scomparsa di Giacomo Pueroni, sergiobonelli.it. URL consultato il 18 febbraio 2017.
  5. ^ Addio Giacomo Pueroni, disegnatore di Nathan Never e Jonathan Steele - Tempo Libero - Il Piccolo, in Il Piccolo, 19 febbraio 2017. URL consultato il 20 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2017).
  6. ^ Anjce ∂ Fantascienza.com, su Fantascienza.com. URL consultato il 06 giugno 2016.
  7. ^ Ettore Gabrielli, Anjce #1 | Recensioni | Lo Spazio Bianco, su Lo Spazio Bianco, 22 dicembre 2005. URL consultato il 06 giugno 2016.
  8. ^ a b ARCADIA PRESENTA 1, su edizioniarcadia.deviantart.com. URL consultato l'08 giugno 2016.
  9. ^ a b Marcello Durante, Mangaka - il mondo dei manga secondo Coniglio Editore, su Comicsblog.it, 4 luglio 2009. URL consultato il 07 giugno 2016.
  10. ^ Perchè facciamo quello che facciamo?: Motoneuroni ed Entropia, su jackpue.blogspot.it. URL consultato il 07 giugno 2016.
  11. ^ Perchè facciamo quello che facciamo?: Motoneuropatia, jackpue.blogspot.com. URL consultato il 07 giugno 2016.
  12. ^ Due eroi per Giacomo! - News - Sergio Bonelli, su www.sergiobonelli.it. URL consultato il 07 giugno 2016.
  13. ^ Ivan Lusetti, Harry Moon: la guerra invisibile ∂ Fantascienza.com, su Fantascienza.com, 9 ottobre 2010. URL consultato l'08 giugno 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN68720330 · LCCN: (ENno2007123492 · ISNI: (EN0000 0000 4734 5111