Genji (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Genji: Dawn of the Samurai)
Genji
videogioco
PiattaformaPlayStation 2
Data di pubblicazione2005
GenereAzione
TemaRomanzo
SviluppoGame Republic
PubblicazioneSony
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputjoypad
Supporto1 PS2 DVD (Dual Layer)

Genji è un videogioco per PlayStation 2 pubblicato il 20 settembre 2005, vagamente ispirato a "Il racconto della famiglia Taira". Un sequel, Genji: Days of the Blade, fu pubblicato il 20 marzo 2007 per PlayStation 3.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia tratta le avventure del guerriero Minamoto Yoshitsune (源 義経?) e del monaco buddhista Saitō Musashibō Benkei (西塔武蔵坊弁慶?), chiamato nel gioco solo con il nome di Benkei (弁慶?). I due, dopo il leggendario scontro sul ponte di Gojo, si alleeranno per sconfiggere il clan Taira. All'inizio del suo viaggio, Minamoto, incontra il clan Tamayori che sono i guardiani della Amahagane (天 鋼?) - pietre di potere che consentono a gli eroi di liberare i poteri magici conosciuti come Kamui (神威). Minamoto intraprende il viaggio per vendicare il padre ucciso durante la ribellione Heiji.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco sfrutta uno stile di combattimento in terza persona, simile a quello che si trova nella serie Dynasty Warriors (prodotto da Koei) e Shinobi 2 (prodotto da SEGA). Il giocatore controlla Yoshitsune o Benkei, ed entrambi i personaggi sono dotati di due attacchi di base: normali e speciali.

Yoshitsune, il protagonista, è un guerriero veloce e agile; ciò che gli manca in forza lo compensa con l'agilità. È in grado di saltare su piccole piattaforme (che, se saltate dalla Benkei, crollerebbero). Utilizza doppie lame nei combattimenti e ,inoltre, può anche usare la sua spada per ''appendersi'' sulle sporgenze prima di saltare di nuovo, compiendo gli un doppio salto speciale.

Benkei è il più potente ma è anche il più lento e goffo. Benkei usa la sua forza sovrumana per polverizzare i nemici con una mazza da guerra gigante che può anche essere usata per distruggere determinate strutture e porte pesanti nel gioco liberando la via a Yoshitsune

Ci sono due modi per migliorare i personaggi: Aumentando di livello normalmente sconfiggendo nemici o usando Essenze di Amahagane per far salire di livello certe statistiche. Entrambi i metodi sono indipendenti l'uno dall'altro. Normale l'esperienza può essere acquisita sconfiggendo i nemici - i nemici sconfitti in sequenza danno più esperienza. Benkei e Yoshitsune condividono l'esperienza totale.

Kamui[modifica | modifica wikitesto]

Yoshitsune e Benkei hanno entrambi un numero di barre Kamui sotto la barra della salute. Il numero di barre kamui che un personaggio ha dipende dal numero di Amahagane raccolti nel gioco. Mentre in battaglia. La barra dei Kamui del personaggio si accumula durante. Il giocatore può rilasciare questa energia immagazzinata per devastanti attacchi che lentamente si evolvono nel corso della storia. Durante questo stato il tempo rallenta permettendo al giocatore di entrare in ciò che è essenzialmente un "contatore di colpi critici" in cui bisogna premere un pulsante in un certo tempo per sconfiggere una serie di nemico con relativa facilità.

Il Kamui è un potere speciale che utilizza la potenza dell'Amahagane. Una manovra Kamui evoca uno spazio magico in cui è possibile evitare gli attacchi nemici e contemporaneamente eseguire attacchi devastante a propria scelta. Ci sono alcuni attacchi che non possono essere evitati utilizzando il Kamui.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Minamoto Yoshitsune[modifica | modifica wikitesto]

L'eroe della storia, Yoshitsune è il figlio più giovane del defunto Minamoto no Yoshitomo, che fu sconfitto e ucciso da Taira Kiyomori durante la Ribellione Heiji. Non sapendo della morte di suo padre, ha trascorso un'infanzia solitaria al remoto santuario di montagna sul Monte Kurama. Un giorno viene attaccato dai membri della Clan Heishi, che cercano di prendere possesso della sua Amahagane. Il sedicenne Yoshitsune segue un misterioso guerriero giù per la montagna per trovare il suo destino.

Benkei[modifica | modifica wikitesto]

Un gigantesco monaco guerriero fedele al clan Minamoto il quale vaga per il paese lottando contro i Taira nella speranza di che un giorno servirà di nuovo un Minamoto. Benkei usa la sua forza sovrumana per polverizzare i nemici con una mazza da guerra gigante. Egli è più alto e più pesante rispetto alla maggior parte uomini. Anche se sono stati sconfitti nella Ribellione Heishi, Benkei sogna il giorno in cui il clan Minamoto potrebbe tornare al potere.

L'Amahagane spinge Yoshitsune e Benkei ad un grande duello. Benkei perde rendendosi conto del vero scopo della sua vita. Egli giura di proteggere il giovane Minamoto, e di combattere al suo fianco, come un fratello d'armi.

Shizuka Gozen[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuta come la "sacerdotessa del Tamayori", è l'unica persona che può usare il potere magico "Yosegane", rito per aumentare la potenza del Amahagane. Vive tranquillamente in clandestinità con Kiichi Hogen.

Minamoto Yoritomo[modifica | modifica wikitesto]

Il fratello maggiore di Yoshitsune, leader del clan Minamoto. Progetta di ripristinare il clan Minamoto al suo antico splendore da quando il padre Yoshitomo è stato sconfitto per mano del Heishi.

Kiichi Hōgen[modifica | modifica wikitesto]

Capo del clan Tayamori e custode delle Amahagane. Salvare Yoshitsune e gli insegna i suoi poteri del Kamui.

Egli è il capo del clan Tamayori custodi dell'Amahagne. È dovere di questo clan impedire che non vengano utilizzati per scopi malvagi. Kiichi Hogen è un maestro buddista mistico e ha incantato il nascondiglio di Shizuka per nasconderla. Chiede a Yoshitsune di aiutare i Tamayori a recuperare le Amahagne che sono caduti in possesso del Heishi.

Taira no Kagekiyo[modifica | modifica wikitesto]

Il cattivo principale; è il guerriero più potente della Heishi. Il suo potere si dice che superare anche quella di Kiyomori Taira. Kagekiyo raramente mostra emozione ed esegue i suoi ordini in modo calmo e spietato. Con l'Amahagane in mano egli possiede il potere di mille uomini in battaglia. Era in prima linea durante la Ribellione Heiji e la sua abilità ha giocato un grande ruolo nella vittoria di Taira. Kagekiyo brandisce un'arma speciale che unisce due lame in un unico pomo.

Taira no Kiyomori[modifica | modifica wikitesto]

Kiyomori è il leader del Heishi. Ha usato la Amahagne per sconfiggere l'esercito del clan Minamoto durante la Ribellione Heiji e ora governa il Giappone secondo i capricci del Heishi. Non soddisfatto della sua vittoria, cerca anche la sacerdotessa Gozen Shizuka, l'unico che può utilizzare la magia Yosegane, per diventare unico padrone del Amahagane e diffondere il suo potere anche più lontano.

Principessa Minazuru Hogen[modifica | modifica wikitesto]

Si allena con il padre, Hogen, sperando un giorno diventare un Tamayoribito vero e proprio. Anche se non ha ancora sviluppato poteri speciali come Shizuka, è una ragazza brillante, che è ben voluto da tutti i cittadini. Dà spesso informazioni del suo paese a Yoshitsune.

Hidehira Fujiwara[modifica | modifica wikitesto]

Hidehira conduce il clan Fujiwara e governa Oushu, la seconda città più grande del Giappone. Ha rifiutato di essere coinvolto nella battaglia tra l'Heishi e Minamoto.

L'Heishi[modifica | modifica wikitesto]

Guidati da Kiyomori Taira, i guerrieri del clan usano l'Amahagane. Inoltre impiegano il Yourenshu, che controllano i demoni. Le sue forze controllano Heian-Kyou, la città che un giorno sarà chiamato Kyoto.

Riferimenti storici e letterari[modifica | modifica wikitesto]

La trama del gioco segue grosso modo la terza sezione di Heike monogatari che si occupa dell'ascesa di Yoshitsune contro il clan Taira mentre i primi anni di vita del personaggio si basa su informazioni dal Gikeiki. Molti dei personaggi del gioco appaiono anche in Heike monogatari.

La trama e il periodo di tempo del gioco corrisponde alla guerra Genpei dove i clan Minamoto e Taira combattuto per il dominio del Giappone. I Minamoto hanno vinto e hanno stabilito lo shogunato Kamakura aprendo la strada al periodo Kamakura. Questo è considerato l'inizio dell'Era della dei Samurai (qui il riferimento nel titolo).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi