Genesis P-Orridge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Genesis P-Orridge
Genesis p orridge 2007.jpg
Genesis P-Orridge nel 2007
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereIndustrial
Acid house
Musica elettronica
Rock sperimentale
Musica psichedelica
Periodo di attività musicale1965 – 2020
GruppiThrobbing Gristle

Psychic TV

Thee Majesty

Sito ufficiale

Genesis P-Orridge, noto anche come Genesis Breyer P-Orridge, pseudonimo di Neil Andrew Megson (Manchester, 22 febbraio 1950New York, 14 marzo 2020[1]), è stato un cantante, musicista e attore britannico fra i principali esponenti del genere musicale industrial nonché pioniere dell'acid house[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera artistica nei primi anni settanta, partecipando alla performance art dei COUM Transmissions che, dopo pochi anni, daranno vita assieme a Peter Christopherson e Chris Carter ai Throbbing Gristle, gruppo fondatore della corrente musicale industrial[2][3].

Nel 1981, dopo lo scioglimento dei Throbbing Gristle, fonderà assieme a Peter Christopherson gli Psychic TV, con i quali si dedicherà in un primo momento alla musica psichedelica e in seguito all'elettronica e all'acid house. Genesis P-Orridge viveva a New York, continuando a lavorare con gli Psychic TV e partecipando alle reunion dei Throbbing Gristle.[2]

Attivista e fautore della fluidità di genere, nel podcast di Pitchfork In Sight Out spiegò la sua personale visione dell’intolleranza nei confronti delle persone LGBT+. A partire dal 1993, Genesis P-Orridge diede vita al Pandrogeny Project con la seconda moglie Jacqueline Breyer. Tale progetto consisteva in una serie di operazioni chirurgiche con il fine di assomigliarsi tra di loro, fino a “fondersi” in un unico essere pandrogino chiamato Breyer P-Orridge[2][4].

Affetto da leucemia, muore il 14 marzo 2020 nella sua casa di Manhattan.[2]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Braudie Blais-Billie, Genesis Breyer P-Orridge Dead at 70, su Ptichfork, 14 marzo 2020. URL consultato il 14 marzo 2020.
  2. ^ a b c d e News! Genesis Bryer P-Orridge (1950-2020), in Rumore, aprile 2020.
  3. ^ Federico Giglielmi, Eddy Cilia, Le guide pratiche di RUMORE - New wave, Apache edizioni, 1995.
  4. ^ Luca Parente, Addio a Genesis P-Orridge, genio non-binary della musica industrial, in NEG Zone, 16 marzo 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Guglielmi, Eddy Cilia, Le guide pratiche di RUMORE - New wave, Apache edizioni, 1995.
  • Vivian Vale, Andrea Juno, Manuale di cultura industriale, a cura di Paolo Bandera, Shake Edizioni, 1998, ISBN 88-86926-40-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54349415 · ISNI (EN0000 0003 6857 2841 · LCCN (ENn78027455 · GND (DE12941798X · BNF (FRcb140512178 (data) · BNE (ESXX1380760 (data) · ULAN (EN500056236 · WorldCat Identities (ENlccn-n78027455