Fuga di Topolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fuga di Topolino
Titolo originaleThe Chain Gang
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1930
Durata8 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.37:1
Genereanimazione, commedia, musicale
RegiaBurt Gillett
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione in italianoColumbia Pictures
MusicheBert Lewis
AnimatoriCharles Byrne, David Hand, Norman Ferguson, Johnny Cannon, Les Clark, Ben Sharpsteen, Jack Cutting, Jack King, Dick Lundy, Tom Palmer, Wilfred Jackson, Robert McKimson
Doppiatori originali

Fuga di Topolino (The Chain Gang), anche conosciuto col titolo Fuga dalla prigione, è un cortometraggio animato diretto da Burt Gillett della serie Mickey Mouse, prodotto dalla Walt Disney Productions e uscito negli Stati Uniti il 18 agosto 1930, distribuito dalla Columbia Pictures. Si tratta di uno dei cortometraggi di qualità sorprendentemente ineguale prodotti da Disney subito dopo che Ub Iwerks lasciò lo studio.[1] Il cartone animato venne disegnato principalmente da Norman Ferguson,[2] ed è caratterizzato da una coppia di segugi, che aiutano a rintracciare Topolino dopo la sua fuga dal carcere. Anche se questi cani non vengono nominati, lo stile in cui sono disegnati fa di loro dei chiari precursori di Pluto, che apparve per la prima volta ufficialmente in Il picnic di Topolino. Il film non è stato doppiato in italiano.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Topolino e Clarabella si trovano in prigione costretti ai lavori forzati. Mentre la guardia Pietro Gambadilegno dorme, i galeotti si mettono a suonare, cantare e ballare. Pietro si sveglia di soprassalto e chiama aiuto per sedare la "rivolta", e Topolino approfitta del trambusto che ne segue per evadere. Inseguito da una guardia con i cani, scappa a cavallo, ma cade da un precipizio e finisce in un'altra prigione.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio è incluso nel DVD Walt Disney Treasures: Topolino in bianco e nero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Michael Barrier, Hollywood Cartoons: American Animation in Its Golden Age, Oxford University Press, 25 settembre 2003, p. 68, ISBN 978-0-19-516729-0. URL consultato il 17 settembre 2011.
  2. ^ Steven Watts, The Magic Kingdom: Walt Disney and the American Way of Life, University of Missouri Press, 27 giugno 2002, p. 132, ISBN 978-0-8262-1379-2. URL consultato il 17 settembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]