Frank Tipler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Frank Jennings Tipler (Andalusia, 1º febbraio 1947) è un fisico statunitense, autore della controversa teoria del punto Omega.

Insegna fisica matematica alla Tulane University di New Orleans.

Buona parte dei suoi studi si sono concentrati sulla fisica del viaggio nel tempo, in particolare è stato il primo a notare che le soluzioni di van Stockum per la Relatività Generale ammettevano la possibilità di CTC.[1]

Teoria del Punto Omega[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Teoria del Punto Omega.

Nella teoria del Punto Omega Tipler prova a studiare il destino ultimo dell'universo, in maniera simile a L'ultima domanda di Isaac Asimov. Nella sua discussione, poggiante su opportune ipotesi, sorprendentemente giunge a giustificare, a partire dal concetto di "progresso eterno" e servendosi di argomentazioni scientifiche (basate sulla scienza dei calcolatori, relatività generale, fisica quantistica) il principio antropico, la futura esistenza di un Dio (cioè un uomo o alieno divenuto immortale, una sorta di Oltreuomo), la resurrezione dei morti: grazie a un supercomputer l'universo potrebbe essere piegato ai propri voleri, in una sorta di eterno ritorno guidato, ricostruendo anche eventi, mondi e persone del passato. In questa prospettiva transumanista, teoricamente scientifica (anche se non provata al momento attuale) e atea al tempo stesso, esiste una sorta di spiritualità escatologica non religiosa. Secondo Tipler, la legge delle probabilità che ha permesso all'universo di esistere in un tempo o spazio infinito, potrà permettere ciò.[2]

Rapporti con l'Intelligent Design[modifica | modifica wikitesto]

L'articolo di Frank Tipler, "Intelligent Life in Cosmology", pubblicato sull'International Journal of Astrobiology nel 2003 è inserito nell'elenco del Discovery Institute delle pubblicazioni sottoposte a revisione paritaria che sostengono l'Intelligent Design.[3] Tipler è stato tra gli scienziati firmatari della petizione proposta dal Discovery Institute A Scientific Dissent From Darwinism [4] In un'intervista rilasciata a Ryan Cochrane sul tema dell'evoluzione Tipler ha affermato:"È famosa la frase di Einstein "Dio non gioca a dadi con l'universo." Darwin, al contrario ha sostenuto (nell'ultimo capitolo del suo libro "The Variation of Animals and Plants Under Domestication") che Dio gioca a dadi con l'universo, e se non si crede che Dio giochi a dadi, si deve respingere la teoria sua dell'evoluzione. Io faccio così. Si deve scegliere tra Einstein e Darwin: io scelgo Einstein. Non esistono casi fortuiti nella realtà e l'universo è stato progettato in modo intelligente e viene ora guidato intelligentemente." [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rotating cylinders and the possibility of global causality violation , Phys. Rev. D 9, 2203-2206 (1974) [1]
  2. ^ Metti un bit nella testa di Dio padre
  3. ^ Discovery Institute.org, Bibliography of Peer-Reviewed and Peer-Edited Scientific Publications Supporting the Theory of Intelligent Design.
  4. ^ "Signatories of 'A Scientific Dissent From Darwinism'" (PDF). The Discovery Institute. April 2008. Retrieved 2008-05-05.
  5. ^ Physicist Frank Tipler hopes to show that the Big Bang is indeed a singularity—and that there is a God, Uncommon discent, November 16, 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN79435413 · LCCN: (ENn80083290 · GND: (DE120346419 · BNF: (FRcb127092727 (data)