Francesco Casetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Casetti (Trento, 2 aprile 1947) è un accademico italiano.

I suoi interessi sono rivolti soprattutto ai media audiovisivi, cinema e televisione, di cui ha studiato le strategie di comunicazione e l'impatto sociale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Campo di studi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un lungo periodo dedicato soprattutto alla semiotica del cinema e a problemi quali la serialità, i generi cinematografici e il modo in cui un film "costruisce" il proprio spettatore (Dentro lo sguardo), ha cominciato a far convergere analisi dei testi e analisi dei comportamenti di consumo nei media audiovisivi (L'ospite fisso; Communicative Negotiations in Cinema and Television). Ha studiato anche le teorie del cinema, in particolare tracciando la storia delle teorie del dopoguerra. Più recentemente, si è occupato della maniera in cui il cinema è riuscito a dialogare con la modernità novecentesca (L'occhio del Novecento). L'opera The Lumière Galaxy: Seven Key words for the Cinema to Come si focalizza sulle caratteristiche del cinema dopo che la rivoluzione digitale ha ridisegnato profondamente il panorama mediale.

Editoria[modifica | modifica wikitesto]

È membro del comitato di redazione di varie riviste scientifiche, tra cui Comunicazioni Sociali (Milano), Cinema&Cie (Udine-Milano), La Valle dell'Eden (Torino), Cinémas (Montreal). Dirige la collana Spettacolo e comunicazione per l'editore Bompiani.

Docenze[modifica | modifica wikitesto]

È Thomas E. Donnelley Professor of Humanities and Film and Media Studies alla Yale University[1].

È stato professore ordinario di Filmologia nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, dove ha diretto il Dipartimento di Scienze della comunicazione e dello spettacolo.

Ha insegnato come Visiting Professor presso la Università Paris III, presso la University of Iowa, a Berkeley (dove ha ricoperto la prestigiosa Chair of Italian Culture) e alla Yale University. È stato docente alla facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università della Svizzera Italiana di Lugano, dove ha insegnato "Analisi dei film e degli altri prodotti audiovisivi".

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Semiotica, Milano, Accademia, 1975.
  • Bernardo Bertolucci, Firenze, La Nuova Italia, 1975.
  • Francesco Casetti, Teorie del cinema: dal dopoguerra a oggi, 1ª ed., Milano, Espresso strumenti, 1978.
  • Dentro lo sguardo. Il film e il suo spettatore, Milano, Bompiani, 1986.
  • Francesco Casetti e Federico di Chio, Analisi del film, Milano, Bompiani, 1990, ISBN 9788845215469.
  • Francesco Casetti e Federico Chio, Analisi della televisione. Strumenti, metodi e pratiche di ricerca, Milano, Bompiani, 1998, ISBN 9788845236174.
  • (EN) Francesco Casetti, Communicative Negotiation in Cinema and Television, Milano, Vita e Pensiero, 2002, ISBN 8834309766.
  • Francesco Casetti, L'occhio del Novecento. Cinema, esperienza, modernità, Milano, Bompiani, 2005.
  • Francesco Casetti, La Galassia Lumière. Sette parole chiave per il cinema che viene, Milano, Bompiani, 2015, ISBN 9788845263101.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Casetti named the Donnelley Professor of Humanities and Film and Media Studies, in Yale News, March 30, 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85148571 · LCCN: (ENn79043323 · SBN: IT\ICCU\CFIV\009555 · ISNI: (EN0000 0001 0921 0600 · GND: (DE137110634 · BNF: (FRcb12145127z (data)