Ferrero della Marmora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferrero della Marmora
Coat House of Ferrero.png
Non nobis domine sed nomini tuo da gloriam
D'argento, inquartato da un filetto di nero, il 1º e 4º al leone d'azzurro, linguato, armato e membrato di rosso; il 2º e 3º all'aquila bicipite, coronata sulle due teste, di nero armata di rosso.
StatoState Flag of the Savoyard States (late 16th - late 18th century).svg Ducato di Savoia
Civil Flag and Civil Ensign of the Kingdom of Sardinia (1816-1848).svg Regno di Sardegna
Flag of Italy (1861–1946).svg Regno d'Italia
Italia Italia
TitoliCroix pattée.svg Principe di Masserano
Croix pattée.svg Marchese della Marmora
Croix pattée.svg Marchese di Romagnano
Croix pattée.svg Signore di Masserano
Croix pattée.svg Signore di Crevacuore
Croix pattée.svg Signore del Piazzo
FondatoreStefano
Data di fondazioneXV secolo
Etniaitaliana
Rami cadetti
Stemma dei Ferrero della Marmora sul Duomo di Firenze

Quella dei Ferrero, marchesi della Marmora è stata un'illustre famiglia nobiliare piemontese, originaria di Biella.[1]

L'omonimo Palazzo La Marmora, oggi in parte adibito a polo museale e situato nel borgo storico di Piazzo – parte antica della città – fu la residenza cittadina dei Ferrero della Marmora, nucleo familiare che occupa un posto di rilievo nella storia del Risorgimento italiano.

Esponenti illustri[modifica | modifica wikitesto]

I figli del marchese Celestino (1754-1805) e di Raffaella Argentero di Bersezio:

I Ferrero della Marmora riposano nella cripta-mausoleo di famiglia nella basilica di San Sebastiano di Biella.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pompeo Litta, Ferrero di Biella, Milano, 1878.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Ferrero di Biella, Milano, 1878.
  • Giovan Battista di Crollalanza, Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili o notabili italiane estinte e fiorenti, Bologna, 1886, Vol.1, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]