Fergal O'Brien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fergal O'Brien
Fergal O’Brien PHC 2016.jpg
Fergal O'Brien al Paul Hunter Classic 2016
Nazionalità Irlanda Irlanda
Biliardo Cue sports pictogram.svg
Specialità Snooker
Carriera
Carriera professionistica
Stagioni 1991-
Soprannome The Baby-Faced Assassin
Ranking 71° (26 aprile 2020)
Miglior Ranking (Maggio 2000-Maggio 2001)
Risultati nei tornei della Tripla Corona
UK Championship QF (1998, 2000)
Masters F (2001)
Campionato mondiale QF (2000)
Titoli Ranking 1
Titoli Non-Ranking 2
Century break 228
Miglior break 147 (1)
Championship League 2016
Maggior vincita £88.000
Masters 2001
Statistiche aggiornate al 22 settembre 2020

Fergal O'Brien (Contea di Dublino, 8 marzo 1972) è un giocatore di snooker irlandese, ha vinto il British Open nel 1999, il suo unico titolo Ranking, inoltre ha perso la finale del Masters 2001 al frame decisivo contro Paul Hunter.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1991-1992[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua stagione di esordio, la 1991-1992, Fergal O'Brien perde ogni turno di qualificazione, partecipando solo all'Irish Professional Championship in cui viene invitato essendo irlandese. In questo torneo batte al primo turno Ken Doherty, che diventerà campione del mondo nel 1997, ed Eugene Hughes, prima di essere sconfitto in semifinale da Jason Prince per 5-3.[2]

1992-1996[modifica | modifica wikitesto]

All'Asian Open 1993 O'Brien batte Doug Mountjoy per 5-2 al primo turno, poi elimina il 6 volte campione del mondo Steve Davis per 5-4, ma perde agli ottavi per mano di Willie Thorne. In seguito raggiunge la sua seconda semifinale all'Irish Masters 1994 e i quarti al Grand Prix 1995.

In precedenza, al Campionato mondiale 1994, O'Brien diventa il primo giocatore a realizzare un "centone" al primo frame disputato nella fase finale al Crucible Theatre di Sheffield. L'irlandese perde poi il match 10-7 contro Alan McManus.[3]

Stagione 1996-1997[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1996-1997 O'Brien raggiunge i quarti al Welsh Open e al Thailand Open, venendo rispettivamente eliminato da Mark King e da Stephen Hendry.[4]

Stagione 1997-1998[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997-1998 O'Brien torna in semifinale in un torneo (lo Scottish Open), battendo tra l'altro due dei più forti del Main Tour: Peter Ebdon e il connazionale Doherty, prima di essere sconfitto dal giocatore di casa John Higgins per 6-2. A fine stagione l'irlandese riesce a qualificarsi per il Campionato del mondo, vincendo la sfida contro Joe Perry nel terzo turno preliminare. In seguito, nel tabellone principale, O'Brien batte al decisivo James Wattana, ma viene a sua volta sconfitto dal campione del mondo 1996 Peter Ebdon per 13-5.[5]

Stagione 1998-1999[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1998-1999 O'Brien vince il suo primo titolo Ranking in carriera, battendo Anthony Hamilton 9-7 nella finale del British Open l'11 aprile.[6] Oltre a questo, l'irlandese arriva anche ai quarti allo UK Championship, dove perde contro Dave Harold per 9-4, e per il secondo anno consecutivo prende parte al Campionato mondiale, venendo però subito eliminato da Tony Drago.[7]

Stagione 1999-2000[modifica | modifica wikitesto]

Nell'annata seguente O'Brien non conquista successi, ma arriva ai quarti per due volte (Welsh Open e Campionato del mondo). In quest'ultimo l'irlandese viene sconfitto dal futuro campione di questa edizione Mark Williams.[8]

Stagione 2000-2001[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua seconda partecipazione, O'Brien riesce ad arrivare in finale al Masters al termine di un grande cammino: l'irlandese fa infatti fuori Williams al primo turno 6-5, Doherty 6-2 ed Harold 6-4. In finale incontra Paul Hunter e, alla fine della prima sessione, l'irlandese è avanti 6-2 sull'inglese. Hunter riesce a fare un'incredibile rimonta nella seconda sessione, rimontando da 3-7 a 9-8 in suo favore. Dopo aver vinto per soli 18 punti il 18° frame, O'Brien porta il match al decisivo, dove Hunter ha la meglio con il punteggio di 77-44.[9] Oltre a questo risultato, arriva anche in semifinale al Malta Grand Prix e ai quarti allo UK Championship.[10]

2001-2005[modifica | modifica wikitesto]

Nelle stagioni successive, O'Brien non riesce a riconfermarsi raggiungendo al massimo i quarti, solo nella stagione 2001-2002.[11] Nel 2003 e nel 2004, non riesce a qualificarsi per il Masters e il Campionato mondiale, qualificandosi a Sheffield nel 2005, dove viene subito battuto da Jimmy White al primo turno.[12]

2005-2012[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere sceso al 44º posto nel Ranking, l'irlandese ha una lieve ripresa nei tornei di casa (Irish Masters, Irish Professional Championship ed Irish Classic), conquistando complessivamente tra il 2005 e il 2012, due vittorie, quattro finali perse e due semifinali. Nel 2007 inoltre, O'Brien arriva in finale al Northern Ireland Trophy, torneo valido per il Ranking. Nel corso della competizione riesce a battere anche i campioni del mondo John Higgins e Ronnie O'Sullivan, mentre in finale è Stephen Maguire a batterlo per 9-5.[13]

2012-[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la chiusura del circuito irlandese, O'Brien è in caduta libera nel Ranking. Nel 2015 partecipa al World Seniors Championship dove arriva in finale perdendo contro Mark Williams.[14] Nel 2016, dopo aver aspettato 25 anni, O'Brien realizza il suo primo 147 in carriera, nel match contro Mark Davis di Champonship League.[15]

Inaspettatamente riesce a qualificarsi dopo 7 anni al Campionato mondiale nel 2017, dopo aver battuto David Gilbert 10-9 nell'ultimo turno preliminare. Tra l'altro questo match passerà alla storia, dato che il 19º ed ultimo frame è diventato il più lungo dell'era moderna, con una durata di 2 ore, 3 minuti e 41 secondi.[16]

Ranking[17][modifica | modifica wikitesto]

Stagione Ranking iniziale Ranking finale
1991-1992 Non classificato 192
1992-1993 192 100
1993-1994 100 42
1994-1995 42 38
1995-1996 38 36
1996-1997 36 23
1997-1998 23 20
1998-1999 20 11
1999-2000 11 9
2000-2001 9 16
2001-2002 16 23
2002-2003 23 33
2003-2004 33 41
2004-2005 41 44
2005-2006 44 46
2006-2007 45 37
2007-2008 37 24
2008-2009 24 31
2009-2010 31 47
2010-2011 47 37
2011-2012 37 34
2012-2013 34 36
2013-2014 36 30
2014-2015 31 27
2015-2016 27 40
2016-2017 40 45
2017-2018 45 51
2018-2019 51 63
2019-2020 63

Century Breaks: 228[modifica | modifica wikitesto]

Break Massimi da 147: 1[18][modifica | modifica wikitesto]

Anno Competizione Avversario Note
1 2016 Inghilterra Championship League Inghilterra Mark Davis [15]

Tornei vinti[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Ranking: 1[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Non-Ranking: 2[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Ranking
Competizione Anno Avversario Note
Regno Unito British Open 1999 Inghilterra Anthony Hamilton [6]
Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
Irlanda Irish Classic 2010 - 2011 Irlanda Michael Judge - Irlanda Ken Doherty [19][20]

Finali perse[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Ranking: 1[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Non-Ranking: 7[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Ranking
Competizione Anno Avversario Note
Irlanda del Nord Northern Ireland Trophy 2007 Scozia Stephen Maguire [13]
Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
Inghilterra The Masters 2001 Inghilterra Paul Hunter [9]
Irlanda Irish Open 2003 Irlanda del Nord Joe Swail [21]
Irlanda Irish Professional Championship 2007 Irlanda Ken Doherty [22]
Irlanda Irish Classic 2007 - 2008 - 2009 Irlanda David Morris - Irlanda Ken Doherty - Irlanda del Nord Joe Swail [23][24][25]
World Seniors Tour
Competizione Anno Avversario Note
Inghilterra World Seniors Championship 2015 Galles Mark Williams [14]
In squadra
Competizione Anno/Compagno Avversario Note
Thailandia World Cup 1996/Irlanda Ken Doherty, Irlanda Stephen Murphy Scozia Scozia [26]
  • European Tour: 1 (Gdynia Open 2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) CueTracker - Career Total Statistics For Fergal O'Brien - Professional Results - Snooker Results & Statistics, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  2. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 1991-1992 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  3. ^ (EN) John DT White, 101 Things You May Not Have Known About Snooker, Andrews UK Limited, 20 novembre 2012, ISBN 978-1-909143-79-1. URL consultato il 10 aprile 2020.
  4. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 1996-1997 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  5. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 1997-1998 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  6. ^ a b (EN) WWW Snooker: British Open 1999, su www.snooker.org. URL consultato il 10 aprile 2020.
  7. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 1998-1999 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  8. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 1999-2000 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  9. ^ a b (EN) snooker.org: Benson & Hedges Masters 2001, su www.snooker.org. URL consultato il 10 aprile 2020.
  10. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 2000-2001 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  11. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Fergal O'Brien - Season 2001-2002 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  12. ^ (EN) In-form White eases past O'Brien, 19 aprile 2005. URL consultato il 10 aprile 2020.
  13. ^ a b (EN) WWW Snooker: Northern Ireland Trophy 2007, su www.snooker.org. URL consultato il 10 aprile 2020.
  14. ^ a b (EN) Williams Wins World Seniors Title, su World Snooker, 3 marzo 2015. URL consultato il 10 aprile 2020.
  15. ^ a b (EN) O'Brien Joins 147 Club, su web.archive.org, 25 febbraio 2016. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2016).
  16. ^ (EN) World Snooker Championship: Fergal O'Brien wins longest frame in snooker history to qualify, in BBC Sport, 13 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2020.
  17. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Ranking History For Fergal O'Brien - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  18. ^ (EN) Official 147s, su World Snooker. URL consultato il 10 aprile 2020.
  19. ^ (EN) Irish Classic 2010, su www.webcitation.org. URL consultato il 10 aprile 2020.
  20. ^ (EN) Irish Classic 2011, su www.webcitation.org. URL consultato il 10 aprile 2020.
  21. ^ (EN) Swail lifts Irish crown, 23 febbraio 2003. URL consultato il 10 aprile 2020.
  22. ^ (EN) Irish Professional Championship 2007, su web.archive.org, 2 dicembre 2008. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2008).
  23. ^ (EN) Irish Classic 2007, su web.archive.org, 16 febbraio 2012. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2012).
  24. ^ (EN) Irish Classic 2008, su www.webcitation.org. URL consultato il 10 aprile 2020.
  25. ^ (EN) Swail wins Irish Classic, su uk.sports.yahoo.com. URL consultato il 10 aprile 2020.
  26. ^ (EN) snooker.org: World Cup 1996, su www.snooker.org. URL consultato il 10 aprile 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]