Explora (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Explora
PaeseItalia
Generedivulgazione scientifica
Durata120 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreLuciano Onder
RegiaGabriele Cipollitti, Carlo Nistri
Casa di produzioneRai Educational
Rete televisivaRai 3
Rai Edu 2, Rai Edu 1, Rai Storia

Explora è stato un programma televisivo italiano prodotto da Rai Educational in collaborazione con il MIUR (acronimo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) e il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il programma viene trasmesso nell'estate del 2003 nella mattina di Rai 3 col titolo Esplora - La Tv delle scienze da un'idea di Aldo Bruno, Luciano Onder e Marco Salvatore e con la conduzione di Luciano Onder[1]. Nel corso degli episodi, vi sono vari ospiti che commentano temi scientifici. Si tratta della prima produzione di Rai Educational realizzata in convenzione con il MIUR e il CNR. In seguito, la programmazione avviene su Rai Edu 2 col titolo di Explora con cinque puntate settimanali e sempre con la conduzione di Onder. Rispetto alla trasmissione di Rai 3, offre servizi interattivi sul web[2]. Successivamente, nel 2008, passa a Rai Edu 1 con il titolo di Explora Science Now. Gli episodi hanno come ospiti alcuni docenti, ognuno specializzato in una determinata branca della scienza. La prima parte di puntate viene trasmessa dal 5 maggio al 12 giugno 2008, mentre la seconda dall'ottobre al 2 dicembre dello stesso anno, quest'ultime incentrate sulla matematica[3]. Nel 2009 è andato in onda su Rai Storia[4].

Grazie al programma, otto mila scuole italiane sono state dotate di apparecchi televisivi per seguire gli episodi direttamente in classe[5].

Tematiche[modifica | modifica wikitesto]

Il programma si occupa principalmente di divulgazione scientifica, con temi sulle nuove tecnologie, matematica, scienze della terra, scienze sociali, scienze umanistiche e ingegneria. Si rivolge ad un pubblico perlopiù giovanile (studenti universitari e scuola media superiore) e agli scienziati, tecnici e teorici[6]. Le registrazioni avvengono anche nelle scuole, parchi, nei laboratori e in altri luoghi oltreché nello studio televisivo[3].

L'obbiettivo della trasmissione è quello di essere un ponte tra i cittadini e il campo scientifico e dell'innovazione, come ha affermato Onder in un'intervista[7]. Lo stesso conduttore è anche responsabile del progetto di Explora.

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

Tra i servizi che il programma offre si trovano[8]:

  • X protagonisti della scienza: in questo contenuto si ripercorre la vita di uno scienziato.
  • X Magazine: viene intervistato un esperto in un determinato campo.
  • X Incontri: Onder incontra un giovane divulgatore.
  • X MIUR informa: vengono esposte varie novità dal Ministero dell'Istruzione.

Vengono anche mostrati documentari originali della BBC e trasmessi in lingua italiana[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rai Educational: lunedì su Raitre 'Explora', adnkronos.com, 12 luglio 2003. URL consultato il 26 aprile 2018.
  2. ^ Explora, pubblica.istruzione.it. URL consultato il 26 aprile 2018.
  3. ^ a b TV: Anno Polare internazionale su "Explora Science Now", adnkronos.com, 19 ottobre 2008. URL consultato il 26 aprile 2018.
  4. ^ Explora Scuola, explorascuola.rai.t. URL consultato il 26 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2011).
  5. ^ «EXPLORA» la tv delle scienze di Aldo Bruno, Luciano Onder e Marco Salvatore, la trasmissione di Rai, in Il Tempo, iltempo.it, 1º aprile 2004. URL consultato il 26 aprile 2018.
  6. ^ Luigi Perillo, Explora - La TV delle scienze, guide.supereva.it. URL consultato il 26 aprile 2018.
  7. ^ Walter Bruno, Marco Renato Menga, Luciano Onder: con Explora avviamo i giovani alla scienza, humanitasalute.it, 7 ottobre 2003. URL consultato il 26 aprile 2018.
  8. ^ "Explora - la TV delle scienze" (PDF), archivio.pubblica.istruzione.it, 2006. URL consultato il 26 aprile 2018.
  9. ^ Con Explora-La tv delle scienze l' universo non ha più segreti, in La Repubblica, repubblica.it, 12 dicembre 2004. URL consultato il 26 aprile 2018.