Elettrotreno Stadler SMILE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stadler SMILE
Elettrotreno
EC250 "Giruno" on test run.jpg
SMILE in corsa prova tra Erlen e Romanshorn
Anni di ordinazione 2014
Anni di esercizio dal 2019
Quantità prodotta 29
Costruttore Stadler
Convoglio
Lunghezza 202 000 mm
Larghezza 2 900 mm
Altezza 4 255 mm
Capacità 117 posti in prima classe
288 posti in seconda classe
17 posti in carrozza ristorante
Scartamento 1 435 mm
Passo dei carrelli 2 750 mm (carrelli portanti)
2 700 mm (carrelli motore)
Rodiggio 2’ Bo‘ Bo’ 2‘ 2’ 2’ 2’ Bo’ Bo’ 2’ 2’ 2’
Diametro ruote motrici 920 mm
Diametro ruote portanti 920 mm
Sforzo all'avviamento 300 kN
Velocità massima omologata 250 km/h
Alimentazione 3 kV
15 kV ~ 16 2/3 Hz
25 kV ~ 50 Hz
Dati tratti da:
Elettrotreno ad alta velocità SMILE (PDF).

Lo SMILE (acronimo dal tedesco Schneller Mehrsystemfähiger Innovative Leichter Expresszug, treno innovativo, espresso, veloce, leggero e multi-sistema[1]; classificato dalle FFS RABe 501 Giruno[2], e, precedentemente, dal produttore come EC250[1]) è un elettrotreno ad alta velocità prodotto dalla svizzera Stadler[3].

Nato come treno per la galleria del Gottardo, è stato acquistato, nel 2014, in 29 esemplari dalle Ferrovie Federali Svizzere[3][2][4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo ordine è stato commissionato dalle FFS a ottobre 2014, per un totale di 29 treni in versione a 11 casse, con un'opzione per altri 92 convogli[2][4].

Il primo treno è stato presentato all'InnoTrans 2016, in versione ridotta a cinque casse[4], mentre il primo treno completo è stato mostrato il 18 maggio 2017 presso la Stadler a Bussnang[4].

Il 2 luglio 2017 il Giruno ha effettuato la prima corsa prova nel tunnel del Gottardo, con una velocità massima di 100 km/h[5].

Il 30 ottobre 2018 il treno 004 ha raggiunto l'impianto Italcertifer dell'Osmannoro per le prove di omologazione al fine di ottenere la circolabilità sulla rete ferroviaria italiana[6].

Il 4 aprile 2019 l'EC250 ha ottenuto dall'Ufficio federale dei trasporti l'abilitazione a circolare alla velocità di 200 km/h, aprendo quindi la possibilità di circolare in servizio commerciale attraverso la Galleria di base del San Gottardo[senza fonte].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Il convoglio è un elettrotreno a composizione bloccata di 11 casse su 12 carrelli Jakobs a due assi con sospensioni pneumatiche; 4 carrelli sono motori - il 2° e il 3° a partire da entrambi i capi del convoglio - per un totale di 8 assi motori su 24[7][2].

È possibile accoppiare due convogli in comando multiplo mediante i ganci automatici d'estremità[2].

Il treno è omologato per circolare sulle reti nazionali svizzere, tedesche, italiane e austriache[2].

Ambiente viaggiatori e accessibilità[modifica | modifica wikitesto]

L'ambiente interno è pressurizzato e suddiviso in prima e seconda classe (117 posti, tre sedili per fila in 1ª classe; 288 posti, quattro sedili per fila in 2ª classe[8]), per un totale di 405 posti a sedere.

Il pavimento è composto da zone rialzate e e zone ribassate, rispettivamente a 1 200 mm e a 940 mm dal piano del ferro. Le porte d'accesso sono collocate nelle zone ribassate, mentre sono presenti due accessi per l'incarrozzamento a raso da marciapiedi alti 550 mm o 760 mm dal piano del ferro, per consentirlo sia dalle banchine svizzere che da quelle tedesche.[3][2][4]

Il treno dispone di due vani per il trasporto di biciclette.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Camatta, Stadler, scelto il nome commerciale per gli EC250, in Tutto Treno Blog, 17 agosto 2017.
  2. ^ a b c d e f g h i Elettrotreno ad alta velocità SMILE (PDF).
  3. ^ a b c SMILE, su Stadler Rail. URL consultato il 12 gennaio 2018.
  4. ^ a b c d e Presentazione Giruno: Stadler mostra il nuovo treno del San Gottardo all'opera – inizia il procedimento di autorizzazione per quattro Paesi, in Stadler Rail, 18 maggio 2017.
  5. ^ L'EC250 transita per la prima volta nella galleria di base del San Gottardo, in Stadler Rail, 3 luglio 2017. URL consultato il 17 gennaio 2017.
  6. ^ Simone Facibeni, A Firenze il Giruno di FFS per le misurazioni, in Ferrovie.it, 30 ottobre 2018. URL consultato il 12 novembre 2018.
  7. ^ Informazioni tratte dal rodiggio[2].
  8. ^ Ferrovie: conosciamo meglio l'EC250 "Giruno" Stadler delle FFS, in Ferrovie.Info, 18 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti