Ehrengard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ehrengard
Titolo originaleEhrengard
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1982
Generedrammatico
RegiaEmidio Greco
SoggettoKaren Blixen (romanzo)
SceneggiaturaEmidio Greco,
Enrico Filippini
Casa di produzioneAntea Cinematografica
Distribuzione (Italia)SACIS
FotografiaGiuseppe Lanci
MusicheWolfgang Amadeus Mozart
ScenografiaAmedeo Fago
Interpreti e personaggi

Ehrengard è un film del 1982 diretto da Emidio Greco. È tratto dal romanzo omonimo di Karen Blixen, pubblicato postumo nel 1963. Il film è stato distribuito una seconda volta nel 2003.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un principato europeo di inizio XIX secolo non bene specificato e un poco da operetta, la granduchessa, preoccupata perché il suo unico figlio, Lotario, non sembra voler sposarsi, si confida con l'amico pittore Cazotte, che è affascinato dalle donne e cultore di dongiovannismo, e che consiglia di separare i due. A questo punto si scatena una girandola di seduzioni che richiama, anche grazie all'elegante fotografia e alla musica, una forma sonata di ribaltamenti. Lotario si sposa ma la moglie è in attesa da prima del matrimonio e Cazotte vorrebbe sedurre la sua ancella, la verginea Ehrengard, che riesce a tenergli testa e lo mette in ridicolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema