Egretta eulophotes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Garzetta cinese
Egretta eulophotes - Laem Pak Bia.jpg
Egretta eulophotes
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Genere Egretta
Specie E. eulophotes
Nomenclatura binomiale
Egretta eulophotes
(Swinhoe, 1860)
Egretta eulophotes map.svg

La garzetta cinese (Egretta eulophotes (Swinhoe, 1860)) è un uccello della famiglia Ardeidae, diffuso in Estremo oriente[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un airone di media grandezza, lungo circa 68 cm[3]. Ha un piumaggio uniformemente bianco ed un becco giallo. Il capo è adornato da una cresta bianca. Le zampe sono nerastre ed i piedi verde-giallastro.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di pesci, gamberetti, granchi e insetti[4].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Egretta eulophotes migra verso i siti di nidificazione a primavera, formando colonie miste con altre specie di ardeidi. Il nido, costruito con paglia e ramoscelli su alberi o sporgenze rocciose, è di forma discoidale. La femmina vi depone da 3 a 5 uova, che cova per 24-30 giorni. Dopo la schiusa, i piccoli rimangono nel nido per 36-40 giorni.[4]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Egretta eulophotes nidifica in una moltitudine di piccole isole disabitate al largo delle coste della Russia orientale, della Corea e della Cina. Al di fuori della stagione riproduttiva la si può osservare in Giappone, Taiwan, Hong Kong, Filippine, Vietnam, Thailandia, Malesia, Singapore, Indonesia (Sumatra, Giava, Kalimantan e Sulawesi) e Brunei. Le aree di svernamento principali sono la regione Visayas Orientale delle Filippine e gli stati malesi di Sarawak e Selangor[1].

Popola le aree estuarine poco profonde, le piane di marea, gli stagni e le risaie.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione di questa specie, un tempo molto diffusa, si è drammaticamente ridotta negli ultimi due secoli per le catture da parte dell'uomo, a causa del commercio delle sue piume. Attualmente si stima che sopravvivano 2.600-3.400 esemplari, i cui habitat sono minacciati dallo sviluppo di infrastrutture, dall'acquacoltura e dall'inquinamento delle acque. Per tali motivi la IUCN Red List classifica E. eulophotes come specie vulnerabile[1].

I governi di Russia, Cina, Taiwan e Corea del Sud hanno varato specifiche misure di protezione della specie ed alcuni dei suoi siti di nidificazione ricadono all'interno di aree naturali protette[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) BirdLife International 2012, Egretta eulophotes, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 9 agosto 2014.
  3. ^ BirdLife International (2014), Species factsheet: Egretta eulophotes, birdlife.org. URL consultato il 10 agosto 2014.
  4. ^ a b BirdLife International, Chinese Egret (Egretta eulophotes) (PDF), in Threatened Birds of Asia: The BirdLife International Red Data Book, Cambridge, UK, 2001, p.130.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Egretta eulophotes, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli