Dummy (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dummy
ArtistaPortishead
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 agosto 1994
Durata48:45
Dischi1
Tracce10
GenereMusica elettronica
Trip hop
EtichettaGo! Discs / London
ProduttorePortishead
Registrazione1993 - 1994
NoteMercury Music Prize (1995)
Portishead - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1995)

Dummy è l'album d'esordio della band trip hop inglese Portishead, uscito nell'ottobre del 1994.

L'album, considerato da numerosi critici uno dei dischi più influenti degli anni novanta, ha contribuito a definire lo stile musicale sviluppatosi a Bristol che prende il nome di trip hop: utilizzo di campionatori, scratch, organo Hammond, giri di chitarra tratti da colonne sonore cinematografiche degli anni sessanta, sintetizzatori moog e Rhodes.

Sopra questi cupi e rallentati suoni "vintage" elaborati dal produttore Geoff Barrow e dal chitarrista Adrian Utley si impone la voce spettrale di Beth Gibbons.

Alcuni brani dell'album sono stati ideati come colonna sonora del cortometraggio To Kill a Dead Man, realizzato dalla band come omaggio ai film di genere spionistico degli anni sessanta.

L'album è stato indicato come uno dei 500 migliori album della storia secondo la rivista Rolling Stones, dove compare al 419º posto.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mysterons – 5:02
  2. Sour Times – 4:11
  3. Strangers – 3:55
  4. It Could Be Sweet – 4:16
  5. Wandering Star – 4:51
  6. It's a Fire – 3:48 (presente nell'edizione nordamericana)
  7. Numb – 3:54
  8. Roads – 5:02
  9. Pedestal – 3:39
  10. Biscuit – 5:01
  11. Glory Box - 5:06

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le tracce vocali sono di Beth Gibbons. Tutti i brani sono stati prodotti dai Portishead con Adrian Utley; ingegnere del suono: Dave McDonald.

  • Mysterons
    • Geoff Barrow – Rhodes piano
    • Clive Deamer – batteria
    • Adrian Utley – chitarra, Theremin e minimoog
  • Sour Times
    • Geoff Barrow – programmazione
    • Neil Solman – piano Rhodes ed organo Hammond
    • Adrian Utley – chitarra
    • contiene campioni da "The Danube Incident" di Lalo Schifrin (Schifrin) e "Spin It Jig" di Smokey Brooks (Henry Brooks, Otis Turner).
  • Strangers
    • Geoff Barrow – piano Rhodes
    • Clive Deamer – batteria
    • Adrian Utley – chitarra
    • contiene campioni da "Elegant People" dei Weather Report's (Wayne Shorter).
  • It Could Be Sweet
    • Geoff Barrow – Piano Rhodes
    • Richard Newell – batteria, programmazioni
  • Wandering Star
    • Gary Baldwin – organo Hammond
    • Geoff Barrow – programmazioni
    • Clive Deamer – batteria
    • Adrian Utley – chitarra
    • contiene porzioni di "Magic Mountain" (Papa Dee Allen, Harold Ray Brown, Eric Burdon, B. B. Dickerson, Gerald Goldstein, Lonnie Jordan, Charles Miller, Lee Oskar, Howard Scott) suonata da Eric Burdon e i WAR.
  • It's a Fire
    • Gary Baldwin – organo Hammond
    • Geoff Barrow – batteria
    • Adrian Utley – basso
  • Numb
    • Gary Baldwin – organo Hammond
    • Geoff Barrow – programmazioni di batteria
    • Clive Deamer – batteria
    • Adrian Utley – basso
  • Roads
    • Geoff Barrow – programmazioni ed arrangiamento degli archi
    • Clive Deamer – batteria
    • Dave McDonald –flauto
    • Neil Solman – Piano Rhodes
    • Strings Unlimited – violini
    • Adrian Utley – chitarra, basso, ed arrangiamento degli archi
  • Pedestal
    • Geoff Barrow – programmazioni
    • Clive Deamer – batteria
    • Andy Hague – tromba
    • Adrian Utley – basso
  • Biscuit
    • Geoff Barrow – Piano Rhodes
    • Clive Deamer – batteria
    • contiene campioni da "I'll Never Fall in Love Again" di Johnnie Ray (Burt Bacharach, Hal David).
  • Glory Box
    • Geoff Barrow – programmazioni
    • Adrian Utley – chitarra ed organo Hammond
    • contiene campioni da "Ike's Rap II" di Isaac Hayes dall'album Black Moses.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica