Due sconosciuti, un destino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Due sconosciuti, un destino
Due sconosciuti un destino.png
Michelle Pfeiffer in una scena del film
Titolo originale Love Field
Paese di produzione USA
Anno 1992
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, storico
Regia Jonathan Kaplan
Soggetto Don Roos
Sceneggiatura Don Roos
Fotografia Ralf D. Bode
Montaggio Jane Kurson
Musiche Jerry Goldsmith
Scenografia Mark S. Freeborn, Byron King, David Willson e Jim Erickson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Due sconosciuti, un destino è un film di Jonathan Kaplan del 1992.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dallas, 1963. Lurene Hallett, che vive una vita infelice con un marito che tutto sommato non desidera, la sua unica consolazione è nello specchio della sua immaginazione, dove Lurene è la sua eroina, Jacqueline Kennedy. I capelli platinati acconciati in un cotonatissimo caschetto, si veste nello stesso stile della First Lady. Come Jakie, anche Lurene ha perso un bambino l'estate precedente come JFK con Patrick per una leucemia, ed il trauma ha rafforzato il "legame" tra di loro. E, quando suo marito, Ray, le si rivolge tra un boccone e l'altro della cena, Lurene sente la dolcissima voce di John F. Kennedy. Ma il 22 novembre 1963 quella tenerissima voce viene fatta tacere per sempre. All'inizio della giornata, Lurene si era aggregata alla folla che ha accolto la coppia presidenziale all'aeroporto Love Field di Dallas. Adesso, solo poche ore dopo, John F. Kennedy è morto. Lurene sente di non avere scelta, anche se il marito pensa che sia pazza e le proibisce di partire, deve andare a Washington per essere vicina a Jackie durante i funerali del Presidente.

Sull'autobus della Greyhound Lines che corre attraverso il sud, ci sono un uomo di colore ed una ragazzina nera con due enormi occhioni spaventati prelevata da un collegio. L'uomo si fa chiamare Paul Johnson, ma sui suoi documenti c'è scritto Paul Cater e inizia a frequentarlo. Lurene è sicura di essere incappata in qualcosa di atroce. Qualcosa di criminale. I suoi goffi tentativi di scoprire la verità la coinvolgeranno in un inseguimento, un patto tra fuggiaschi e serve a mettere a confronto la realtà con l'immagine idealizzata di Jaqueline che la donna oca bionda se ne è fatta attraverso la propaganda dei mass media e, alla fine, la porteranno a scoprire se stessa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema