Dovecot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dovecot
Logo
SviluppatoreTimo Sirainen
Data prima versioneluglio 2002
Ultima versione2.2.21. (11 dicembre 2015)
Sistema operativoUnix-like
LinguaggioC
GenerePOP3 e IMAP server (non in lista)
LicenzaMIT and LGPLv2[1]
(licenza libera)
Sito web

Dovecot è un Mail Delivery Agent open source per sistemi Linux e Unix-like, progettato per garantire la sicurezza di un E-mail Server[2]. Sviluppato principalmente da Timo Sirainen è stato inizialmente rilasciato nel luglio 2002. Dovecot è stato sviluppato per essere un server di posta open source leggero, veloce e facile da settare.

Secondo Openmailsurvey[3], Dovecot è l'installazione base di oltre 3 milioni di mailserver e del 68% degli server IMAP a livello globale.

Dovecot può essere usato commercialmente gratuitamente ma esiste anche una versione commerciale chiamata Dovecot Pro. La versione commerciale contiene Dovecot Oy insieme al supporto e a componenti aggiuntivi aziendali come l'object storage e i plugin di ricerca full-text. Dal marzo 2015 Dovecot Oy inserito nella famiglia dei server Open-Xchange.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Supporta i formati standard di caselle di posta mbox e maildir oltre alla suo formato nativo dbox[4] estremamente ottimizzato. È completamente compatibile con la loro implementazione su server UW IMAP e Courier IMAP così come con i client di posta che accedono direttamente alle caselle di posta.

Dovecot include anche un Mail delivery agent (chiamato Local delivery agent) e un server LMTP, con il supporto del filtro Sieve opzionale.

Devecot supporta diversi schemi di autenticazione per IMAP e POP inclusi CRAM-MD5 e il più sicuro DIGEST-MD5.

Nella versione 2.2[5], Dovecot si è arricchito di nuove funzionalità, ad esempio dsync è stato riscritto o ottimizzato, le caselle di posta condivise ora supportano i per-user flag e ulteriori estensioni dei comandi IMAP.

Apple include Dovecot per la gestione dei servizi di Posta elettronica nel suo OS X Snow Leopard.

Nel 2017, Mozilla, tramite il programma di supporto della fondazione Mozilla Open Source, il primo audit pubblico del codice Dovecot[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ COPYING.LGPL file in dovecot repository, su imap.dovecot.org. URL consultato il 17 giugno 2013.
  2. ^ Dovecot, su www.dovecot.org. URL consultato il 09 febbraio 2018.
  3. ^ Open email survey, su www.openemailsurvey.org. URL consultato il 09 febbraio 2018.
  4. ^ MailboxFormat/dbox - Dovecot Wiki, su wiki2.dovecot.org. URL consultato il 09 febbraio 2018.
  5. ^ [Dovecot-news] v2.2.0 released, su www.dovecot.org. URL consultato il 09 febbraio 2018.
  6. ^ (EN) MOSS/Secure Open Source/Completed - MozillaWiki, su wiki.mozilla.org. URL consultato il 09 febbraio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]