Dopo il matrimonio (film 2019)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dopo il matrimonio
Dopo il matrimonio 2019.jpg
Michelle Williams in una scena del film
Titolo originaleAfter the Wedding
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata112 min
Generedrammatico
RegiaBart Freundlich
Soggettodalla sceneggiatura di Susanne Bier e Anders Thomas Jensen
SceneggiaturaBart Freundlich
ProduttoreJoel B. Michaels, Julianne Moore, Bart Freundlich, Harry Finkel, Silvio Muraglia
Produttore esecutivoNik Bower, Deepak Nayar, Andrea Scarso, Peter Touche, William Byerley, Bill Koenigsberg, Michael Caton Jones
Casa di produzioneJoel B. Michaels Productions
Distribuzione in italianoLucky Red, MioCinema
FotografiaJulio Macat
MontaggioJoseph Krings
MusicheMychael Danna
ScenografiaGrace Yun
CostumiArjun Bhasin
TruccoJacqueline Fundus, Rosemary Redlin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Dopo il matrimonio (After the Wedding) è un film del 2019 scritto e diretto da Bart Freundlich.

La pellicola, con protagonisti Michelle Williams, Julianne Moore e Billy Crudup, è il remake del film omonimo del 2006 diretto da Susanne Bier.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Isabel, co-fondatrice di un orfanotrofio nel sud dell'India, si reca a New York per incontrare Theresa, che sta per vendere la sua compagnia e cerca un'associazione a cui donare. Nonostante sia frustata di dover allontanarsi così tanto, Isabel accetta la riunione, che avviene il giorno prima del matrimonio della figlia di Theresa, Grace. Theresa ha inoltre due gemelli di otto anni.

Al matrimonio, Isabel rimane sorpresa quando scopre che il marito di Theresa è la sua ex fiamma, Oscar. Durante le nozze viene a sapere anche che Grace è in realtà sua figlia, avuta da Oscar, che l'avrebbe dovuta lasciare in adozione ma, dopo che la coppia si è separata, Oscar ha cresciuto Grace da solo, prima di conoscere e sposare Theresa anni dopo.

Nonostante neghi di averne sentito parlare, Theresa spinge Isabel a conoscere Grace e ritornare con Oscar, trovando numerose scuse per prolungare la sua permanenza. Aumenta la sua donazione ma la rende dipendente dal fatto che Isabel rimanga a New York.

Theresa poi rivela di stare per morire, un segreto che ha nascosto a tutta la sua famiglia. Aveva quindi cercato di fare di Isabel una nuova figura materna sia per Grace che per i gemelli. Pian piano tutti scoprono la verità ma risolvono i loro litigi prima della morte di Theresa. Isabel ritorna brevemente al suo orfanotrofio, invitando il ragazzo che ha salvato e cresciuto sin dall'infanzia a partire con lei per New York.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione del film inizia nel maggio 2018.[2]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 6 giugno 2019.[1]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata presentata al Sundance Film Festival il 24 gennaio 2019[3] e distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 9 agosto 2019.[1][4] In Italia, il film era fissato per il 27 febbraio 2020, ma viene rinviato a causa della pandemia del coronavirus[5] e distribuito sulla piattaforma on demand MioCinema nell'estate 2020.[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2019 - National Film & TV Awards[7]
    • Candidatura per il miglior film indipendente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Beatrice Pagan, AFTER THE WEDDING: IL TRAILER DEL FILM CON MICHELLE WILLIAMS E JULIANNE MOORE, su Movieplayer.it, 6 giugno 2019. URL consultato il 7 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Michelle Williams To Star In Underground Abortion Network Drama ‘This Is Jane’ For Amazon Studios, su deadline.com, 22 maggio 2018. URL consultato il 7 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Peter Debruge, Sundance Film Festival Unveils 2019 Features Lineup, su Variety, 28 novembre 2018. URL consultato il 7 giugno 2019.
  4. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Julianne Moore-Michelle Williams Sundance Fest Opener ‘After The Wedding’ Acquired By Sony Pictures Classics, su deadline.com, 14 maggio 2019. URL consultato il 7 giugno 2019.
  5. ^ Andrea Francesco Berni, Emergenza Coronavirus e cinema: i film rinviati e le uscite del weekend confermate finora, su badtaste.it, 24 febbraio 2020. URL consultato il 24 febbraio 2020.
  6. ^ Andrea Francesco Berni, Annunciata la piattaforma MioCinema, lancerà in Italia film come I Miserabili e Matthias & Maxime, su badtaste.it, 7 maggio 2020. URL consultato il 7 maggio 2020.
  7. ^ (EN) Naomi Wakeling, Nominations for the 2nd annual National Film & TV Awards are announced, su National Film & TV Awards, ottobre 2019. URL consultato il 5 dicembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema