Dodi Al-Fayed

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Emad El-Din Mohamed Abdel Moneim Fayed noto come Dodi Al-Fayed (Alessandria d'Egitto, 15 aprile 1955Parigi, 31 agosto 1997) è stato un imprenditore, produttore cinematografico e produttore discografico egiziano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio dell'egiziano Mohamed Al-Fayed, miliardario ex proprietario dei magazzini Harrods, e di Samira Khashoggi (1935-1986) sorella di Adnan Khashoggi, importante uomo d'affari.

Dodi Al-Fayed è stato uno studente al Collège Saint Marc ad Alessandria d'Egitto prima di frequentare l'Istituto Le Rosey in Svizzera. Ha anche frequentato brevemente la Royal Military Academy Sandhurst. Inoltre lavorò all'interno di Harrods occupandosi di marketing.

Oltre ad essere il produttore esecutivo di Momenti di gloria (1981), premiato con l'Oscar, Fayed fu anche il produttore esecutivo di Breaking Glass di David Bowie (1980), F/X (1986), F/X - 2 (1991), Hook - Capitan Uncino (1991), e di The Scarlet Letter (1995). Al-Fayed ha inoltre collaborato come consulente creativo esecutivo per la serie televisiva F/X.

Divenne noto per la sua relazione con la principessa del Galles Diana Spencer, ex moglie del principe Carlo del Regno Unito.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Il memoriale dedicato a Diana e Dodi a Harrods
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Morte di Diana Spencer.

Fayed morì in un incidente stradale, in circostanze mai del tutto chiarite completamente[1], con la compagna Diana Spencer il 31 agosto 1997 a Parigi, mentre percorrevano in auto la galleria del Pont de l'Alma.

Dopo i funerali, ha inizialmente ricevuto sepoltura nel Cimitero di Brookwood, nel Surrey; tempo dopo la salma venne traslata presso la sua tenuta a Oxted.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ senza fonte

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN10700658 · ISNI (EN0000 0000 8090 4480 · ULAN (EN500258387 · LCCN (ENnb98014841 · GND (DE12137968X · BNF (FRcb13182078t (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb98014841
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie