Divinely Uninspired to a Hellish Extent

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Divinely Uninspired to a Hellish Extent
ArtistaLewis Capaldi
Tipo albumStudio
Pubblicazione17 maggio 2019
Durata42:23
Dischi1
Tracce12
GenereRock alternativo
EtichettaVertigo Records, Virgin EMI Records
ProduttoreNick Atkinson, Edd Holloway, James Earp, TMS, David Sneddon, Anu Pillai, Phil Cook, Malay
Registrazione2017-2019
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[1]
(vendite: oltre 35 000)
Italia Italia[2]
(vendite: oltre 25 000)
Paesi Bassi Paesi Bassi[3]
(vendite: oltre 20 000)
Dischi di platinoCanada Canada (2)[4]
(vendite: oltre 160 000)
Danimarca Danimarca[5]
(vendite: oltre 20 000)
Filippine Filippine (2)[6]
(vendite: oltre 30 000)
Norvegia Norvegia[7]
(vendite: oltre 20 000)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[8]
(vendite: oltre 30 000)
Regno Unito Regno Unito (3)[9]
(vendite: oltre 900 000)
Lewis Capaldi - cronologia
Album precedente
(2018)
Album successivo
Singoli
  1. Bruises
    Pubblicato: 30 marzo 2017
  2. Lost on You
    Pubblicato: 7 luglio 2017
  3. Fade
    Pubblicato: 9 settembre 2017
  4. Grace
    Pubblicato: 21 settembre 2018
  5. Someone You Loved
    Pubblicato: 8 novembre 2018
  6. Hold Me While You Wait
    Pubblicato: 3 maggio 2019
  7. Before You Go
    Pubblicato: 19 novembre 2019

Divinely Uninspired to a Hellish Extent è il primo album in studio del cantautore britannico Lewis Capaldi, pubblicato il 17 maggio 2019.[10]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Grace – 3:04
  2. Bruises – 3:40
  3. Hold Me While You Wait – 3:25
  4. Someone You Loved – 3:02
  5. Maybe – 3:30
  6. Forever – 3:30
  7. One – 2:59
  8. Don't Get Me Wrong – 3:33
  9. Hollywood – 3:11
  10. Lost on You – 3:17
  11. Fade – 4:06
  12. Headspace – 5:06

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) ARIA Albums Chart – 1 June, 2020, ARIA Charts. URL consultato il 6 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2020).
  2. ^ Divinely Uninspired to a Hellish Extent (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 6 aprile 2020.
  3. ^ (NL) Goud/Platina, Nederlandse Vereniging van Producenten en Importeurs van beeld- en geluidsdragers. URL consultato il 30 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Divinely Uninspired to a Hellish Extent – Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato l'8 giugno 2020.
  5. ^ (EN) Divinely Uninspired to a Hellish Extent, IFPI Danmark. URL consultato il 14 aprile 2020.
  6. ^ (EN) WE CAN'T HELP BUT FALL IN LOVE WITH LEWIS CAPALDI... TO A HELLISH EXTENT, Myx. URL consultato il 21 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2020).
  7. ^ (NO) Gull, Platina, IFPI Norge. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  8. ^ (EN) Official Top 40 Albums - 15 June 2020, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 13 giugno 2020.
  9. ^ (EN) Divinely Uninspired to a Hellish Extent, British Phonographic Industry. URL consultato il 15 maggio 2020.
  10. ^ Lewis Capaldi: ascolta qui il suo primo album, Billboard, 20 maggio 2019. URL consultato il 21 maggio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]