Daingerfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daingerfield
city
(EN) City of Daingerfield
Daingerfield – Veduta
Una parte del centro storico della città
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Texas.svg Texas
Contea Morris
Territorio
Coordinate 33°01′51″N 94°43′28″W / 33.030833°N 94.724444°W33.030833; -94.724444 (Daingerfield)Coordinate: 33°01′51″N 94°43′28″W / 33.030833°N 94.724444°W33.030833; -94.724444 (Daingerfield)
Altitudine 121 m s.l.m.
Superficie 6,37 km²
Abitanti 2 560 (2010)
Densità 401,88 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 75638
Prefisso 903
Fuso orario UTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Daingerfield
Daingerfield
Daingerfield – Mappa

Daingerfield è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Morris nello Stato del Texas. La popolazione era di 2,560 abitanti al censimento del 2010.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Daingerfield è situata a 33°01′51″N 94°43′28″W / 33.030833°N 94.724444°W33.030833; -94.724444 (33.030721, -94.724451)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 6,37 km², dei quali 6,36 km² di territorio e 0,01 km² di acque interne (0,16% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si afferma che i primi europei si accamparono nell'area in una vicina sorgente dove oggi si trova il centro della città, intorno al 1740. Nel 1830, il capitano London Daingerfield e una banda di circa 100 uomini combatterono in una battaglia sanguinosa con gli indiani vicino alla sorgente. Daingerfield morì, e la città che stava iniziando a crescere nell'area nei primi anni 1840 prese questo nome in suo onore. S. R. Shaddick avviò la prima scuola nel 1840. La città divenne il capoluogo della contea di Paschal, una contea giudiziaria della Repubblica del Texas, e nel 1844, i tribunali per la divisione meridionale della contea di Red River si tenevano qui. Un ufficio postale venne aperto nel 1846. William A. McClintock, che attraversò l'area nel 1846, scrisse nel suo diario che la città era composta da "tre o quattro cabine poco adatte come porcili". All'inizio degli anni 1850 la città iniziò a crescere. La Sylvia Academy, una scuola privata per le ragazze, venne aperta intorno al 1850, e nel 1852, la Marshall Presbytery of the Cumberland Presbyterian Church fondò il Chapel Hill College, che continuò ad operare fino al 1870[2].

Lo sviluppo più rapido iniziò dopo la guerra civile americana. Nel 1877, la contea di Titus, che originariamente comprendeva Daingerfield e l'area circostante, fu divisa, e Daingerfield divenne il capoluogo della nuova contea di Morris. Nello stesso anno, i binari della Louisiana, Arkansas and Texas Railway furono costruiti un mezzo miglio a sud-est della città. Dopo che un grande incendio distrusse la maggior parte della città nel 1879, molte aziende furono spostate sui binari della ferrovia, il sito attuale della città[2].

Nel 1904, la popolazione di Daingerfield era aumentata a 699 abitanti, e le industrie della città comprendevano una fabbrica di sedie, una conceria, una fabbrica di cappelli, una sgranatrice di cotone e un mulino di farina. Nel 1931, la città possedeva una popolazione di 818 abitanti e 38 aziende. La maggiore crescita, tuttavia, venne durante e dopo la seconda guerra mondiale con l'apertura della Lone Star Steel Company e dell'United States Navy Bureau of Ordnance Aerophysics Laboratory. Tra il 1945 e il 1961, la popolazione triplicò, da 1.032 a 3.133. Tra i primi anni 1960 e la fine degli anni 1980, rimase abbastanza costante a circa 3.000 abitanti. I principali datori di lavoro della città nel 1980 comprendevano la Lone Star Steel Company, una fabbrica di indumenti, una fabbrica di chimica e una fabbrica di prodotti per coperture. Nel 1985, il Daingerfield Independent School District comprendeva tre scuole elementari, una scuola media e una scuola superiore, con un totale di 2.250 studenti. Nautica, nuoto, campeggio e strutture per la caccia sono disponibili presso la Daingerfield State Recreation Area, Ellison Creek Reservoir, e Lake O' the Pines; i laghi Monticello, Welsh, Texarkana, e Caddo, si trovano tutti entro 25 km da Daingerfield. Nel 1990, la popolazione era di 2.572 abitanti, e nel 2000 era di 2.517 abitanti[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 2,560 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 61,37% di bianchi, il 28,59% di afroamericani, lo 0,55% di nativi americani, lo 0,16% di asiatici, lo 0% di oceanici, il 6,84% di altre razze, e il 2,5% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 12,97% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN136075946
Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas