Dünyayı Kurtaran Adam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dünyayı Kurtaran Adam
Titolo originaleDünyayı Kurtaran Adam
Lingua originaleturco
Paese di produzioneTurchia
Anno1982
Durata91 min
Genereazione, fantascienza
RegiaÇetin İnanç
SceneggiaturaCüneyt Arkın
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Dünyayı Kurtaran Adam (lett. "L'uomo che ha salvato il mondo"[1]) è un film di fantascienza turco del 1982, diretto da Çetin İnanç. Meglio conosciuto come lo "Star Wars turco"[2], a causa del suo massiccio uso illecito di materiale piratato e protetto da copyright dai film di Guerre stellari[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia narra di due piloti, Murat e Alì, le cui astronavi durante una battaglia finiscono su un pianeta deserto. I due dopo aver esplorato il deserto, ipotizzano che il pianeta sia abitato solo da donne. Alì fa il suo fischio di lupo, tuttavia, emette un fischio sbagliato e vengono attaccati da scheletri a cavallo, che riescono a sconfiggere rubando anche due cavalli.

Tuttavia, vengono catturati da dei robot al servizio di un dittatore che li portano in un'arena di gladiatori. Gli eroi riescono a fuggire e trovano rifugio in una caverna piena di persone che hanno provato,e in seguito fallito, a sconfiggere il dittatore. Murat s'innamora dell'unica donna presente nella caverna.

Nell'frattempo, gli scagnozzi del dittatore arrivano nella caverna e uccidono e rapiscono delle persone per trasformarle in zombi, il loro sangue verrà usato per dare energia al dittatore. Murat, Alì, la ragazza e suo fratello di dieci anni fuggono e i due astronauti si allenano prendendo a pugni delle rocce e si dirigono nella città del pianeta ed entrano in un bar locale. I due lì devono combattere contro degli alieni delinquenti, ma improvvisamente appare il dittatore che li cattura di nuovo.

Il dittatore rinchiude in cella i due poi li separa. Manda la sua regina a sedurre Alì, mentre ordina al suo assistente robot di portargli Murat davanti a sé. Il dittatore rivela di provenire dalla terra ed è anche un mago malvagio. Ha provato a conquistare la Terra ma è stato sconfitto da una barriera di "molecole umane e forza di volontà". L'unico modo in cui può aggirare la barriera è usare un cervello umano contro di essa. Offre a Murat la possibilità di dominare la Terra e le stelle se si unisce a lui. Il mago possiede il potere degli antenati della terra sotto forma di un cervello d'oro, e tutto ciò di cui ha bisogno per conquistare la terra è un vero cervello umano. Dopo il rifiuto di Murat, il mago mostra di aver catturato la ragazza e suo fratello. Infuriato, Murat combatte contro gli scagnozzi del mago. Nell'frattempo altri scagnozzi attaccano Alì proprio quando stava per baciare la regina. Sconfigge gli scagnozzi e poi raggiungere Murat. Però vengono catturati e torturati dal mago. La regina si oppone e quindi viene uccisa. I due resistono alle torture e quindi vengono portati all'arena dove Alì assiste a una lotta tra Murat e un mostro. Murat riesce a sconfiggere le l mostro e a liberare la ragazza e suo fratello.

I tre trovano un tempio dove il capo tribù, sopravvissuto allo sterminio nella caverna, dice a Murat di andare in una grotta a cercare la spada dei fulmini. Così Murat entra nella grotta. Murat prende la spada e sconfigge due ninja dorati che sorvegliavano la spada. Potenziato dai poteri della spada e dopo aver sconfitto un mostro travestito da Alì, Murat va alla base del mago per liberare il suo amico Tuttavia, Alì diventa invidioso della spada e la ruba. Incontra il capo tribù e quindi da a quest'ultimo la spada, però in realtà non è il capo tribù ma è il mago che riesce a toccare la spada e potenziarsi e intrappola Murat, Alì, la ragazza e suo fratello. In punto di morte il capo tribù dice a i nostri eroi di salvare il mondo dal mago. Alì, però, rimane ucciso in un tentativo di fuga dalla base del mago in cui gli eroi erano stati intrappolati.

Colpito dal dolore, Murat ruba il cervello d'oro e fugge ritornando nella caverna fondendo la spada e il cervello per creare dei guanti e degli stivali dorati, così si dirige dove tutti gli scagnozzi del mago si sono riuniti per vendicare il suo amico morto. Così Murat combatte contro tutti gli scagnozzi del mago (compresi gli scheletri), decapita il mostro dell'arena e fa esplodere l'assistente robotico del mago. Poi, si ritrova faccia a faccia con il mago e lo taglia in due con un colpo di karate. Con la morte del mago l'intera sua base crolla. Morto il mago, Murat saluta la ragazza e lascia il pianeta con un'astronave.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Dünyayı Kurtaran Adam è stato girato in Turchia in un periodo in cui i film realizzati negli Stati Uniti non erano facilmente ottenibili[4]. Come risultato questi film venivano rifatti in Turchia usando un cast completamente composto da attori locali. Il film fa uso di materiale ricavato da molte altre produzioni: Guerre stellari[5], Il mago di Oz, la serie Star Trek, E.T. l'extra-terrestre, il trailer di Quando i mondi si scontrano e Indiana Jones.

Diretto da Çetin İnanç e scritto da Cüneyt Arkın, un attore famoso in Turchia che ha lavorato negli ultimi 50 anni, il film vede anche Arkın nel ruolo del protagonista Murat. Tra gli altri attori vi sono Aytekin Akkaya (che ha in seguito partecipato nel film italiano I sopravvissuti della città morta), Hüseyin Peyda e Füsun Uçar.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora è interamente presa da film degli anni settanta-ottanta ed è prevalentemente basata su quella di Indiana Jones[6]. Vi sono scene che incorporano la musica di Moonraker - Operazione spazio, Flash Gordon, Battlestar Galactica (versione di Giorgio Moroder), Ben-Hur, Silent Running, Il pianeta delle scimmie, Mosè, Spazio 1999, Quando i mondi si scontrano e The Black Hole - Il buco nero.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è entrata nel pubblico dominio negli Stati Uniti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]