Corte Palazzina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corte Palazzina
Castel Goffredo-Corte Palazzina.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàCastel Goffredo
IndirizzoVia Castiglione
Coordinate45°18′43.09″N 10°28′19.78″E / 45.311969°N 10.472161°E45.311969; 10.472161
Informazioni generali
Condizioniabitato
CostruzioneXVI secolo
Usocivile
Realizzazione
ProprietarioProprietà privata

Corte Palazzina è uno storico edificio di Castel Goffredo, in provincia di Mantova.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo chiamata anche Palazzo Tosani, venne edificata probabilmente nella prima metà del Cinquecento ed è situata alle porte della città provenendo da nord, immersa nella campagna.

Proprietario della corte fu Giuseppe Acerbi, esploratore e console in Egitto, che verso il 1820 impiantò nella tenuta a scopi scientifici circa 1.500 tipi di vite, riscoprendo le sue doti di botanico e naturalista. Nel 1832 fece pervenire dall'antica città di Siene, in Egitto, due leontocefale di sienite, che vennero poste ad ornamento della porta di ingresso dell'edificio.[1]

Ritratto di Giuseppe Acerbi

Intorno al 1840 iniziò assieme alle nipoti Marianna ed Annunziata, figlie di Francesco Acerbi, anche la coltura del baco da seta su scala industriale, Questa iniziativa, in competizione con quella iniziata nello stesso periodo da Bartolomeo Riva, fu l'embrione del futuro distretto tessile, che ha reso Castel Goffredo famosa nel mondo come la “città della calza”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piero Gualtierotti, Il console Giuseppe Acerbi ed il viaggio nell'alto Egitto, Vitam, Castel Goffredo, 1984.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie. Tomo III, Mantova, 2004. ISBN 88-7495-092-6
  • Piero Gualtierotti, Le sperimentazioni agricole di Giuseppe Acerbi, Castel Goffredo, 1979. ISBN non esistente.
  • Piero Gualtierotti, Il console Giuseppe Acerbi ed il viaggio nell'alto Egitto, Vitam, Castel Goffredo, 1984.
  • Giovanni Telò, Massimo Telò, San Michele & dintorni, Fotografie di Massimo Telò, Mantova, 1992. ISBN non esistente
  • Pro Loco Castel Goffredo (a cura di), Castel Goffredo. Lo scrigno dei venti, Guidizzolo, 2007. ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]