Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàDuino (TS)
Dati generali
MottoI Collegi del Mondo Unito rendono l'istruzione una forza per unire popoli, nazioni e culture per la pace ed un futuro sostenibile.
Fondazione1982
Tiposcuola pubblica indipendente
RettoreMike Price
PresidenteAmbasciatore Gianfranco Facco Bonetti
Studenticirca 200
AffiliazioniCollegi del Mondo Unito
Mappa di localizzazione
Sito web

Il Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico O.N.L.U.S. (in inglese UWC Adriatic o UWCAD) è una scuola indipendente, facente parte dei Collegi del Mondo Unito (UWC - United World Colleges), un movimento internazionale che riunisce studenti con lo scopo di promuovere la pace e la cooperazione internazionale. La scuola è frequentata da circa 200 studenti, di età compresa tra 16 e 19 anni. Il Collegio offre un programma di studio biennale finalizzato al conseguimento del Baccellierato Internazionale, un esame equipollente alla Maturità Italiana.

La scuola è situata nel villaggio di Duino, comune di Duino-Aurisina, in provincia di Trieste, Friuli-Venezia Giulia, a meno di 5 km dal confine sloveno. L'aspetto caratteristico del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico è la zona di confine in cui si trova, dove italiano e sloveno sono ampiamente utilizzati. La scuola è stata fondata nel 1982, con il contributo della Regione Autonoma del Friuli-Venezia Giulia e del Ministero degli Affari Esteri, che sono ancora i due maggiori sostenitori del Collegio dal punto di vista finanziario.

I Collegi del Mondo Unito[modifica | modifica wikitesto]

I Collegi del Mondo Unito (UWC) sono un'organizzazione internazionale fondata durante la Guerra fredda, che mira a promuovere il dialogo tra culture diverse attraverso l'educazione e l'interazione tra ragazzi di diverse culture, che vivono e studiano insieme. Il movimento comprende: i 17 Collegi del Mondo Unito situati in Canada, Stati Uniti, India, Italia, Norvegia, Singapore, Swaziland, Hong Kong, Regno Unito, Costa Rica, Bosnia Erzegovina, Olanda (Collegio aperto nel 2010), Armenia (2014) Cina (2015), Thailandia (2016) e Giappone (2017); un ufficio di UWC International a Londra; Commissioni Nazionali in più di 155 paesi; un network di più di 60.000 ex alunni provenienti da più di 180 paesi.

Studenti ed insegnanti[modifica | modifica wikitesto]

La Commissione Nazionale per i Collegi del Mondo Unito [1] agisce sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica [2] ed è responsabile per la pubblicazione del bando di concorso e la selezione degli studenti Italiani. Ogni anno la Commissione bandisce alcune Borse di Studio per i Collegi del Mondo Unito, di cui 14 per il Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico [3].

Nell'a.s 2011-12 al Collegio studiano da 187 studenti [4], di cui circa il 15% è Italiano, il 15% proviene dall'Europa occidentale, il 20% dall'Europa orientale, il 15% dalle Americhe, 15% dall'Africa e dal Medio Oriente, restante 20% da Asia e Oceania.

Programma di studio[modifica | modifica wikitesto]

Il Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico, in accordo con gli ideali del fondatore del Movimento dei Collegi del Mondo Unito, l'educatore tedesco Kurt Hahn, adotta un approccio olistico all'educazione.[5] Il Collegio offre il Baccellierato Internazionale (IB). La lingua d'insegnamento al Collegio è l'Inglese.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico è il primo Collegio del Mondo Unito ad essere stato aperto in un paese non di madre lingua inglese.

Una delle attuali residenze del Collegio è stata per anni l'hotel di Duino ed è generalmente considerata essere il luogo in cui il Premio Nobel per la fisica Ludwig Boltzmann si suicidò nel 1906. L'ultimo piano della residenza è ancora chiuso e si ritiene essere infestato dal fantasma dell'illustre personaggio. Gli studenti sono soliti svolgere l'esame IB di Fisica all'interno dell'edificio.

Nel 1996 è stato conferito al Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico il premio San Giusto d'Oro dai cronisti del Friuli Venezia Giulia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico dall'A alla Z 1982-2007 / The United World College of Adriatic from A to Z 1982-2007 un volume in italiano ed inglese a cura di G.Botteri e G.Stibiel per festeggiare i primi 25 anni di attività - LINT Editoriale, Trieste (2007)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Candidati, Commissione Nazionale Italiana per i Collegi del Mondo Unito, su it.uwc.org. URL consultato l'8 giugno 2010.
  2. ^ UWCAd - Patrons and Governance, su uwcad.uwc.org. URL consultato l'8 giugno 2010.
  3. ^ Bando di Concorso 2010-11 (PDF), su it.uwc.org. URL consultato l'8 giugno 2010.
  4. ^ Students, su uwcad.it. URL consultato il 15 agosto 2010.
  5. ^ Eva Biaudet, The importance of friendship, in bluewings, vol. 2009, May, Helsinki, Sanoma Business Publications, 20 aprile 2009, p. 61, ISSN 0358-7703 (WC · ACNP). URL consultato l'8 giugno 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI: (EN0000 0004 1755 5862