Sofi Tukker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sofi Tukker
Sophie Hawley-Weld Sofi Tukker 2016.jpg
Sophie Hawley-Weld
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereMusica house
Dance
Periodo di attività musicale2014 – in attività
EtichettaHeavyRock Music, Ego
Album pubblicati2
Studio1
Sito ufficiale

I Sofi Tukker sono un duo musicale dance di New York composto da Sophie Hawley-Weld (Francoforte, 17 maggio 1992) e Tucker Halpern (Brookline, 26 dicembre 1989), i cui nomi compongono quello del gruppo. Hanno raggiunto la popolarità internazionale nel 2016 con il singolo Drinkee, che ha ricevuto una nomination ai Grammy Awards 2017 come "Best Dance Recording".[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sophie è nata in Germania ma è cresciuta con la famiglia ad Atlanta (USA) ed attualmente i genitori vivono nei Paesi Bassi. Le hanno dato la prossibilità di frequentare corsi e fare scambi scolastici durante la sua crescita. Tra le esperienze ha vissuto sei mesi in Brasile, in Canada ed ha studiato al Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico vicino a Trieste.[2][3]

Tucker è nato a Brookline (Massachusetts) dove è cresciuto con i genitori ed una sorella minore, Lily, ed ha studiato alla Noble and Greenough School di Dedham.[4]

I due componenti si sono conosciuti nel 2014 alla Università Brown, che entrambi stavano frequentando. Sophie suonava bossa nova in un trio jazz e Tucker, che aveva iniziato a lavorare come dj, le ha chiesto di remixare un pezzo per lui. Da quel momento ha avuto inizio la loro collaborazione ed hanno avviato la loro carriera discografica supportati dai The Knocks.[5] Sophie si è poi laureata lo stesso anno in Development Studies alla facoltà di Studi Sociali dell'università, mentre Tucker nel contempo aveva già lasciato gli studi a causa di un grave infortunio.[6]

Nel gennaio del 2016 hanno pubblicato il loro primo singolo Drinkee, caratterizzato da un breve testo in lingua portoghese ispirato a dei versi del poeta brasiliano Chacal e arricchito dalle sonorità dei bonghi e delle chitarre elettriche. Il brano ha ottenuto subito la popolarità internazionale venendo apprezzato in particolar modo in Australia e in Italia, entrando nelle rispettive classifiche dei singoli,[7] ricevendo inoltre una nomination come "Best Dance Recording" ai Grammy Awards 2017[1] e venendo sfruttato come colonna sonora per lo spot pubblicitario dell'Apple Watch.[8]

Nel corso del 2016 hanno pubblicato altri singoli, estratto dal loro EP d'esordio Soft Animals, pubblicato nel luglio dello stesso anno dall'etichetta discografica HeavyRock Music, che ha ottenuto buone recensioni da parte di riviste di settore, tra cui Paste.[8] Nello stesso periodo hanno accompagnato nei rispettivi tour internazionali i The Knocks, gli M83 e St. Lucia.[9]

Nel 2017 è uscito il singolo Johny, lavoro non presente nel loro primo EP ma contenuta nella colonna sonora del videogioco FIFA 17.[10] Nell'autunno dello stesso anno è stato pubblicato Best Friend, singolo realizzato in collaborazione con le NERVO e The Knocks, inserito nel videogioco FIFA 18 e utilizzato come colonna sonora dello spot dell'iPhone X.[11]

Nel 2018 esce il loro nuovo singolo Batshit, scelto da Apple per lo spot dell'iPhone 8 Red Edition.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Candidatura Risultato
2017 Grammy Awards Best Dance Recording Candidato/a
2019 Best Dance/Electronic Album Candidato/a

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Andrew Unterberger, Here Is the Complete List of Nominees for the 2017 Grammys, in billboard.com, 6 dicembre 2016. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  2. ^ EXCLUSIVE TRACK PREMIERE: ‘DRINKEE,’ SOFI TUKKER
  3. ^ YFW: Music Duo Sofi Tukker Gets Party Started at Simon Miller Presentation
  4. ^ hi sono i Sofi Tukker: tutte le curiosità sul duo elettronico americano
  5. ^ Giulia Ciavarelli, "Drinkee" di Sofi Tukker: la storia e il significato del testo, in TV Sorrisi e Canzoni, 18 gennaio 2016. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  6. ^ Career Turn: From N.C.A.A. Star to Grammy-Nominated D.J.
  7. ^ Drinkee su australian-charts.com, su australian-charts.com. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  8. ^ a b (EN) Valerie Veteto, Sofi Tukker: Soft Animals review, in Paste, 16 agosto 2016. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  9. ^ (EN) NYC duo SOFI TUKKER reveal Stunnign "Awoo" Video: Exclusive Premiere, in billboard.com, 17 ottobre 2016. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  10. ^ (EN) Fifa 17 Soundtrack - easports.com, su easports.com. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  11. ^ Grazia Cicciotti, Sofi Tukker: "La musica è istinto, il live una festa", in onstageweb.com, 9 ottobre 2017. URL consultato il 10 ottobre 2017.
  12. ^ (EN) Treehouse by Sofi Tukker on Apple Music, 13 aprile 2018. URL consultato il 24 marzo 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica