Collage (Le Orme)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Collage
ArtistaLe Orme
Tipo albumStudio
Pubblicazione1971
Durata33:39
Dischi1
Tracce7
GenereRock progressivo
EtichettaPhilips
ProduttoreGian Piero Reverberi
Registrazionedal 17/05/1971 al 03/06/1971 alla Sax Records, Milano
Le Orme - cronologia
Album precedente
(1970)
Album successivo
(1972)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 3/5 stelle

Collage è un album de Le Orme del 1971. È il secondo album ufficiale e primo disco di successo del gruppo di rock progressivo italiano. Rimane famoso il singolo estratto Sguardo verso il cielo.[1]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'inizio della collaborazione con Gian Piero Reverberi nel singolo Il profumo delle viole (1970),[2] il gruppo cambia stile e lascia dietro di sé ogni reminiscenza di musica beat cercando spunti nel pop internazionale.[3] Tony Pagliuca si era recato a Londra per conoscere la scena del pop internazionale e nell'intento di procurarsi un sintetizzatore.[4] Anche se il secondo obiettivo non viene raggiunto, rientra in Italia pieno di idee ed entusiasmo, trascinando il complesso in un progetto di sapore innovativo ed internazionale.

Il disco riprende tematiche fortemente attuali (come la prostituzione in Era inverno). Caratteristici sono, per le parti cantate, gli effetti elettronici che danno alla voce un suono lievemente metallico. Nonostante la profonda tristezza dei testi, è chiarissimo lo sforzo creativo del complesso alla ricerca di nuovi stili: soprattutto, spicca l'intento di allontanarsi dallo schema tipico della canzone, pur senza rinnegarla.[5] Era inverno è stato ripreso nel 1996 del gruppo A Piedi Nudi ed inserito nell'album Creazione (Mellow Records, MMLP 106 A/B). Di fondamentale importanza resta anche il legame con la musica classica, tant'è che il pezzo di apertura, Collage, contiene una sezione clavicembalistica tratta dalla famosa sonata K 380 di Domenico Scarlatti.[6][7]

Degni di nota sono anche il brano Cemento armato, la sperimentazione al limite dell'experimental rock di Evasione totale ed Immagini, composizione sottilmente influenzata dal Rock psichedelico che aveva caratterizzato gli esordi del complesso.

Il progetto è coronato da successo: è questo uno degli album che apre, per i complessi italiani, una via al pop di sapore internazionale. L'album ha dato il nome al gruppo musicale sardo Collage.[8] Nel 2015 BTF ripubblica il disco in tiratura limitata in vinile trasparente con copertina e label uguali all'edizione originale.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le canzoni sono di Pagliuca, Tagliapietra e Reverberi.[9]

Lato A[modifica | modifica wikitesto]

  1. Collage - 4:49 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)
  2. Era inverno - 5:05 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)
  3. Cemento armato - 7:13 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)

Lato B[modifica | modifica wikitesto]

  1. Sguardo verso il cielo - 4:19 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)
  2. Evasione totale - 7:01 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)
  3. Immagini - 3:03 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)
  4. Morte di un fiore - 3:05 (testo: Antonio Pagliuca, musica: Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessio Brunialti, A Young Person's guide to Progressive Rock (1969 - 1974): 50 album fondamentali, in Mucchio Extra, Stemax Coop, #32 autunno 2009.
  2. ^ musicalstore
  3. ^ Vedi recensione all'interno della copertina
  4. ^ Pagliuca, l'isola che non c'era
  5. ^ Recensione copertina
  6. ^ gransole Archiviato il 24 marzo 2010 in Internet Archive.
  7. ^ smalltownpleasures
  8. ^ lisolachenoncera
  9. ^ Archivio Opere Musicali, su operemusicali.siae.it. URL consultato il 3 settembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo