Chiesa di San Marcellino (Firenze)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di San Marcellino
Chiesa di san marcellino, facciata 01.JPG
Scorcio della facciata
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàFirenze
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolarePapa Marcellino
Arcidiocesi Firenze
Stile architettonicoromanico
Inizio costruzioneprima del 1197
CompletamentoXV secolo

Coordinate: 43°45′07.15″N 11°17′31.78″E / 43.751986°N 11.292161°E43.751986; 11.292161

La chiesa di San Marcellino, conosciuta anche come San Marcellino al Paradiso, è un luogo di culto cattolico che si trova nell'omonima via nella zona sud est del Comune di Firenze nel quartiere di Gavinana verso Bagno a Ripoli.

È dedicata al Santo papa e martire del IV secolo e il suffisso al Paradiso le deriva dalla vicinanza col Convento di Santa Brigida al Paradiso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima testimonianza su questa chiesa risale al 1197 quando venne unita al monastero di San Bartolomeo con una bolla di papa Celestino III.

Il 7 agosto 1260 il suo rettore Giunta Accolti, si impegnò a versare 5 staia di grano per il mantenimento dell'esercito fiorentino; a quel tempo la chiesa appariva tra le suffraganee della pieve di Ripoli. Nel XIV secolo il patronato era della famiglia dei Bardi che il 10 giugno 1319 elessero a rettore tale Lapo Ghini. Nel 1357 il patronato passò agli Alberti. Prima della fine del secolo la chiesa venne completamente restaurata dal rettore Francesco Alberti.

Nel 1617 venne rifusa l'antica campana e nel 1690 venne annessa alla badia di Ripoli. Nel 1811 la chiesa venne profanata e nel 1839 venne giudicata in stato rovinoso e che non serve ad alcun uso e perciò venduta a privati.

Da allora a oggi la chiesa ha visto numerosi passaggi di proprietà e gli attuali proprietari l'hanno messa a disposizione della vicina parrocchia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'antica chiesetta è parzialmente nascosta da moderne costruzioni. Consiste in un'aula unica conclusa da un'abside e coperta a tetto.

Esterno[modifica | modifica wikitesto]

La facciata è a capanna e sono visibili i segni degli interventi di epoca rinascimentale; nella parte inferiore della facciata sorge il portale in pietra serena, sovrastato da una tettoia e da una monofora tamponata con archivolto in cotto forse di epoca romanica. Il fianco settentrionale è quello meglio visibile e mostra un paramento murario in bozze di arenaria e di calcare disposte a corsi orizzontali.

La tribuna è la parte più interessante dell'edificio; questa parte è sovrastata dal piccolo campanile a vela. Nella tribuna si trova il volume cilindrico dell'abside che presenta una corona effettuata con l'uso di mattoni disposti a dentelli secondo uno stile simile a quello della chiesa di Santi Apostoli; il vano absidale è aperto da una monofora a doppio strombo con archivolto in cotto.

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno è coperto con capriate lignee a vista e le pareti sono parzialmente intonacate.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ildefonso da San Luigi, Delizie degli eruditi toscani, Firenze, Tipografia Cambiagi, 1770-1786.
  • Emanuele Repetti, Dizionario geografico, fisico, storico del Granducato di Toscana, Firenze, 1833-1846.
  • Emanuele Repetti, Dizionario corografico-universale dell'Italia sistematicamente suddiviso secondo l'attuale partizione politica d'ogni singolo stato italiano, Milano, Editore Civelli, 1855.
  • Cesare Paoli, Il Libro di Montaperti (MCCLX), Firenze, Viesseux, 1889.
  • Luigi Torrigiani, Il Comune di Bagno a Ripoli descritto dal suo segretario Notaro Luigi Torrigiani nei tre aspetti civile, religioso e topografico, Prato, Tipografia successori Vestri, 1901-1905.
  • Guido Carocci, I dintorni di Firenze, Firenze, Tipografia Galletti e Cocci, 1906.
  • Enrico Fiumi, La demografia fiorentina nelle pagine di Giovanni Villani, Firenze, 1950.
  • Carlo Celso Calzolai, La Chiesa Fiorentina, Firenze, Tipografia Commerciale Fiorentina, 1970.
  • Italo Moretti, Renato Stopani, Architettura romanica religiosa nel contado fiorentino, Firenze, Salimbeni, 1974.
  • Renato Stopani, Il contado fiorentino nella seconda metà del Duecento, Firenze, Salimbeni, 1979.
  • AA. VV., Toscana paese per paese, Firenze, Bonechi, 1980.
  • Marco Frati, Chiesa romaniche della campagna fiorentina. Pievi, abbazie e chiese rurali tra l'Arno e il Chianti, Empoli, Editori dell'Acero, 1997, ISBN 88-86975-10-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]