Chickenfoot (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chickenfoot
Artista Chickenfoot
Tipo album Studio
Pubblicazione 5 giugno 2009
Durata 57:47
Dischi 1
Tracce 11
Genere Hard rock
Blues rock
Heavy metal
Etichetta earMUSIC
Produttore Andy Johns, Chickenfoot
Registrazione gennaio - febbraio 2009
presso gli Skywalker Sound Studios di Marin County, California
Formati CD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Canada Canada[1]
(vendite: 40 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[2]
(vendite: 500 000+)
Svezia Svezia[3]
(vendite: 40 000+)
Chickenfoot - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2011)
Singoli
  1. Oh Yeah
    Pubblicato: 13 aprile 2009
  2. Soap on a Rope
    Pubblicato: 18 agosto 2009
  3. Sexy Little Thing
    Pubblicato: 21 ottobre 2009
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[4] 2/5 stelle
Entertainment Weekly[5] C+

Chickenfoot è il primo album in studio del supergruppo statunitense Chickenfoot, pubblicato il 5 giugno 2009 dalla earMUSIC.

La copertina è stata stampata con un particolare inchiostro sensibile al calore che cambia aspetto in base ai gradi centigradi a cui viene sottoposto.[6]

L'album è stato ripubblicato in edizione limitata con un disco bonus contenente cinque tracce bonus il 16 ottobre 2012.[7]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Sammy Hagar e Joe Satriani, eccetto dove indicato.

  1. Avenida Revolucion – 5:56
  2. Soap on a Rope – 5:32
  3. Sexy Little Thing – 4:14
  4. Oh Yeah – 4:54
  5. Runnin' Out – 3:52
  6. Get It Up – 4:41
  7. Down the Drain – 6:17 (Hagar, Satriani, Michael Anthony, Chad Smith)
  8. My Kinda Girl – 4:32
  9. Learning to Fall – 5:13
  10. Turnin' Left – 5:48
  11. Future in the Past – 6:38 (Hagar, Satriani, Anthony, Smith)

Disco bonus nell'edizione limitata del 2012[modifica | modifica wikitesto]

  1. Bitten by the Wolf – 4:24 (Hagar, Satriani, Smith)
  2. Lighten Up – 6:57 – Live in Chicago 5/12/12
  3. Big Foot – 4:21 – Live in Seattle 6/6/12
  4. Last Temptation – 4:09 – Live in Seattle 6/6/12
  5. Something's Going Wrong – 4:24 – Live in Boston 5/16/12

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2009) Posizione
massima
Australia[8] 50
Austria[8] 36
Belgio (Fiandre)[8] 61
Belgio (Vallonia)[8] 88
Canada[9] 5
Finlandia[8] 36
Francia[8] 67
Germania[8] 17
Giappone[10] 29
Irlanda[11] 55
Italia[8] 45
Paesi Bassi[8] 25
Regno Unito[12] 23
Regno Unito (rock & metal)[13] 1
Scozia[14] 23
Stati Uniti[9] 4
Stati Uniti (digital)[9] 3
Stati Uniti (hard rock)[9] 1
Stati Uniti (independent)[9] 1
Stati Uniti (rock)[9] 2
Stati Uniti (tastemaker)[9] 6
Svezia[8] 36
Svizzera[8] 11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gold Platinum Database - Chickenfoot, Music Canada. URL consultato il 7 agosto 2014.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 7 agosto 2014.
  3. ^ (SV) Swedish album certifications – Chickenfoot, Swedish Recording Industry Association. URL consultato il 4 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2015).
  4. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Chickenfoot, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 14 marzo 2015.
  5. ^ (EN) Chickenfoot review, Entertainment Weekly, 3 giugno 2009. URL consultato il 14 marzo 2015.
  6. ^ Joe Bosso, Chickenfoot launch album with 'heat-sensitive' packaging, Music Radar, 12 maggio 2009. URL consultato il 16 aprile 2016.
  7. ^ (EN) Chickenfoot to re-release first album, chickenfoot.us. URL consultato il 12 maggio 2013.
  8. ^ a b c d e f g h i j k (NL) Chickenfoot - Chickenfoot, Ultratop. URL consultato il 10 maggio 2015.
  9. ^ a b c d e f g (EN) Chickenfoot - Chart history, Billboard. URL consultato il 10 maggio 2015.
  10. ^ (JA) Japanese Album Charts: Week 1, July 2009, Oricon. URL consultato il 10 maggio 2015.
  11. ^ (EN) Top 75 Artist Album, Week Ending 11 June 2009, Chart-Track.co.uk. URL consultato il 10 maggio 2015.
  12. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 14 June 2009 - 20 June 2009, Official Charts Company. URL consultato il 10 maggio 2015.
  13. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 14 June 2009 - 20 June 2009, Official Charts Company. URL consultato il 10 maggio 2015.
  14. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 14 June 2009 - 20 June 2009, Official Charts Company. URL consultato il 10 maggio 2015.