Caterina Appiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Caterina Appiano
Signora di Piombino
Stemma
In carica 1445-1451
Predecessore Paola Colonna
Successore Emanuele Appiano
Nascita Piombino, 1401
Morte Scarlino, 19 febbraio 1451
Dinastia Appiano
Padre Gherardo Appiano
Madre Paola Colonna
Coniuge Rinaldo Orsini
Religione cattolicesimo

Caterina Appiano (Piombino, 1401[1]Scarlino, 19 febbraio 1451[2]) fu il quarto signore di Piombino, Scarlino, Populonia, Suvereto, Buriano, Abbadia al Fango e delle isole d'Elba, Montecristo e Pianosa, la seconda donna a governare il territorio[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia secondogenita di Gherardo Appiano, successe alla madre Paola Colonna alla morte di questa il 30 novembre 1445: questo fu possibile grazie all'intervento militare del marito, Rinaldo Orsini del ramo di Tagliacozzo, sposato nel 1440, e che già aveva sostenuto con le armi la suocera. Rinaldo prese il titolo di co-signore accanto alla moglie: alla sua scomparsa (1450) la trentanovenne Caterina si trovò del tutto indifesa ed accettò rassegnata che lo zio Emanuele Appiano le subentrasse.

Dal matrimonio non aveva avuto figli, e gli eredi delle sue sorelle, coniugate con un Da Varano e un Pio di Savoia, non avevano né intenzione né la forza di rincorrere mire espansionistiche. Ritiratasi a Scarlino nel Palazzo del Conte, vi morì il 19 dicembre 1451 all'età di cinquant'anni.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carrara, p. 7
  2. ^ Carrara, p. 13
  3. ^ Cappelletti, p. 41
  4. ^ Cappelletti, p. 42

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Licurgo Cappelletti, Storia della città e Stato di Piombino, Giusti, Livorno 1897.
  • Mauro Carrara, Signori e principi di Piombino, Bandecchi & Vivaldi, Pontedera 1996.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie