Casper Steyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casper Steyn
Dati biografici
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 186 cm
Peso 94 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Mediano d'apertura
Ritirato 2006
Carriera
Attività provinciale
1997-2001 Blue Bulls
2003 Pumas
2005-2006 Pumas
Attività di club¹
2001-2005 Viadana
Attività in franchise
1997-2001 Bulls 57 (815)
Attività da allenatore
2015-2016 Viadana

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 20 giugno 2019

Casper Steyn (Vanderbijlpark, 13 settembre 1973) è un allenatore ed ex giocatore sudafricano di rugby a 15, attivo in carriera agonistica principalmente nel ruolo di mediano d'apertura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Vanderbijlpark, cittadina gravitante nell'area di Pretoria, iniziò a giocare nel club provinciale di tale città, i Blue Bulls[1], con i quali vinse nel 1998 la Currie Cup stabilendo anche il record, tuttora insuperato, di punti marcati in una singola edizione di tale torneo[1].

Dal 1997 era già professionista anche nella franchise di Super 12 dei Bulls, con i quali militò cinque stagioni realizzando 815 punti. Nel 2001 fu in Italia al Viadana, squadra alla conquista del cui primo scudetto contribuì proprio nella stagione d'esordio[2].

In cinque anni complessivi nella squadra del Mantovano conquistò, oltre al citato scudetto, anche la Coppa Italia 2003, e nel 2005 tornò in Sudafrica nella squadra provinciale di Currie Cup dei Pumas; dopo solo una stagione, tuttavia, un infortunio al collo lo costrinse all'abbandono dell'attività nell'agosto 2006[3].

Dopo il ritiro intraprese l'attività di allenatore e aprì una propria scuola di rugby; nel 2010 rischiò la propria vita in un incidente stradale[1] che lo costrinse a una lunga degenza in ospedale. Nel 2015 fu di nuovo a Viadana come allenatore-capo[2] e in tale incarico portò la squadra alla vittoria nel Trofeo Eccellenza 2016[4].

Dopo tale vittoria, è tornato in Sudafrica dove lavora come consulente finanziario.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Brenden Nel, Casper Steyn fighting for his life, in SuperSport, 20 ottobre 2010. URL consultato l'8 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2017).
  2. ^ a b Rugby, il ritorno di Steyn: «Voglio riportare Viadana ai vertici», in Gazzetta di Mantova, 27 giugno 2015. URL consultato l'8 agosto 2019.
  3. ^ (EN) Casper Steyn forced to quit rugby, in Independent On Line, 2 agosto 2006. URL consultato l'8 agosto 2019 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2019).
  4. ^ Il Rugby Viadana si aggiudica il Trofeo Eccellenza 2016, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 9 aprile 2016. URL consultato l'8 agosto 2019 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2019).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]