Cacciatori di draghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il libro di Tolkien, vedi Il cacciatore di draghi.
Cacciatori di draghi
serie TV cartone
Cacciatori di draghi
Cacciatori di draghi
Titolo orig. Chasseurs de Dragons
Lingua orig. francese
Paese Francia
Autori Arthur Qwak trama, Valérie Hadida disegni originali
Char. design Valérie Hadida, Guillame Ivernel
Musiche The Cure chanson du générique
Studio Futurikon
Rete France 3
1ª TV novembre 2004
Episodi 52 (completa)
Reti it. Rai 3, RaiSat Smash, Rai Gulp
1ª TV it. 30 maggio 2005
Episodi it. 52 (completa) 1ª stagione e 2ª stagione
Durata ep. it. 24'
Generi fantasy, avventura, fantastico

Cacciatori di draghi (Chasseurs de Dragons)

Cacciatori di draghi (titolo internazionale: Dragon Hunters) è una serie televisiva di disegni animati realizzata da Futurikon e prodotta da: Futurikon, France 3, Super RTL, Rtv, Canal J nel 2004; è composta da due stagioni di 26 episodi, per un totale di 52 puntate. Negli Usa la serie è stata trasmessa sul canale Cartoon Network.

È uscito il marzo del 2008, in patria, il lungometraggio derivato, che porta lo stesso nome della serie, realizzato in animazione 3d. [1]

Riassunto[modifica | modifica wikitesto]

La serie è costruita in animazione tradizionale (2d), e il disegno dei personaggi si affida ad uno stile caricaturale; la sigla impiegata nelle trasmissioni in Italia è quella originale, la canzone: The Dragon Hunters Song, cantata dai The Cure. Gli episodi sono in massima parte autoconclusivi.

La serie è ambientata in un futuro arretrato di ambientazione medievale, pieno di creature fantastiche, dove i paesi stanziano su delle isole galleggianti, connesse da traballanti ponteggi. I draghi a cui allude il titolo non sono in realtà i classici dragoni sputafuoco, ma rettili di ogni foggia e dimensione e dagli stravaganti poteri.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia narra di due amici, cacciatori di draghi di mestiere: Gwizdo e Lian-Chu; Gwizdo è il capo del gruppo, colui che si occupa della parte burocratica, scrivendo contratti, occupandosi della pubblicità ed accettando gli incarichi, essendo l'unico a saper leggere. Lian-Chu invece è il maestro d'armi, colui a cui tocca il pericoloso compito di abbattere i draghi che attaccano i villaggi. Insieme a loro c'è sempre il fedele Hector, un draghetto blu addomesticato, a cui spetta il compito di tuttofare.

Tutti e tre soggiornano nell'albergo di madama Jeanneline, una locandiera dal carattere forte come la sua stazza, che vive insieme alla figlia minore Zaza. Purtroppo il trio di cacciatori sbarca con fatica il lunario, quindi si ritrovano quasi sempre ad essere ospiti morosi e di conseguenza sgridati dalla padrona, in particolar modo Gwizdo.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Gwizdo - Piccolo di statura e con la fissazione dei contratti, è l'unico tra i protagonisti ad essere istruito. Si dimostra sempre un formidabile oratore (racconta storie ai clienti della locanda, la maggior parte di esse inventate da lui stesso), ma è anche un pauroso e venale racconta frottole. Riesce a terminare i lavori soltanto grazie al valore di Lian- Chu, con cui ha condiviso l'infanzia in orfanotrofio e verso cui è fraternamente legato. Nonostante perda molte occasioni per fare o dire la cosa giusta, e talvolta non si distingua molto da un vero furfante, dimostrerà di possedere un cuore buono. È più apprezzato di quanto non sembri.
  • Lian-Chu - Alto, muscoloso e di indole buona, è il braccio armato del gruppo, ma nei ritagli di tempo dà sfogo alla sua passione per il lavoro a maglia, a suo dire utile per la concentrazione. Nonostante la sua ingenuità possiede un ottimo spirito di osservazione derivato dall'abilità nella caccia, quindi non è raro per lui intuire qualcosa di nefasto molto prima del suo più astuto compagno. Ha un rapporto particolarmente stretto con la piccola Zaza e con Gwizdo, ma verso quest'ultimo ha una maggiore dipendenza. Nonostante questo, Lian-Chu sa dimostrarsi a volte molto fermo nelle sue decisioni ed anzi più di una volta farà per Gwizdo le veci di voce della coscienza. Saltuariamente, per esprimere il suo punto di vista usa improvvisare degli orecchiabili proverbi.
  • Hector - Piccolo assistente del gruppo,è un drago addomesticato che normalmente si occupa di portare i bagagli, porgere le armi e fornire energia motrice al San Giorgio, la loro macchina volante. Spesso Gwizdo lo critica e gli assegna compiti ingrati, tra cui quello di fare da esca, momenti in cui il draghetto immancabilmente esprime tutto il suo disappunto, in una serie di buffi versi solo parzialmente riconoscibili, ma che i suoi due compagni di avventure sembrano comprendere.
  • Zaza - Ragazzina di 10 anni figlia di Jeanneline. Possiede un carattere vivace e sogna di diventare da grande un'abile cacciatrice di draghi come Lian-Chu e sua sorella maggiore Zoria. Non potendo ricevere vere lezioni dal gigantesco guerriero a causa della disapprovazione materna, gioca frequentemente con il grosso suino Leopold. Ha con Lian-Chu una confidenza paterna, mentre con Gwizdo ha un rapporto più pungente e sarcastico, ma in generale è molto affezionata a tutto il trio.
  • Jeanneline - Autoritaria e forte proprietaria del "Drago che ronfa", nonostante spesso e volentieri voglia strozzarlo, ha una forte infatuazione per Gwizdo, che unita all'affetto per lo scalcinato gruppo di cacciatori, la aiuta a sopportare parzialmente i debiti e i danni che a volte provocano al suo albergo. Sposatasi per tre volte, vive con la figlioletta minore Zaza, per cui spera una vita da locandiera con tanti figli al seguito, ma soprattutto una vita diversa da quella della figlia maggiore, divenuta cacciatrice di draghi. Quando si arrabbia riesce sempre ad incutere un certo rispetto.
  • Zoria/Zoe - Primogenita di Jeanneline e sorella maggiore di Zaza, è stata addestrata in passato da Lian-Chu nell'arte del combattimento, ed è divenuta una guerriera molto abile. Considera Lian-Chu a tutti gli effetti come il suo maestro, e prova per lui un profondo rispetto. Vive staccata dagli amici e dai familiari, vagando per le isole a cavallo (in un episodio della 2ª serie appare in groppa ad un drago) in cerca di incarichi.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

La storia si svolge in un mondo composto di isole volanti, abitate da varie specie di draghi. La moneta di tutti gli arcipelaghi è la Ghinea, anche se in un episodio è mostrato un popolo (simile agli antichi Cinesi) che usavano il riso come moneta. In un episodio viene mostrato un arcipelago con 3 isole che si illuminavano come un sole e anche un mare gallegiante noto come la Grande Pozzanghera.

Nell'ultimo episodio trasmesso da Canalj (che però nella lista ufficiale è il ventitreesimo della seconda stagione) si scopre l'origine del loro mondo: fu opera di un drago rosso universale, il quale rapì Gwizdo e gli raccontò la sua storia, mentre lui prendeva nota. Praticamente egli, assieme alla madre e a due fratelli, creò il primo sole sputando fuoco giorno dopo giorno nello stesso punto.
La madre proibì ai suoi figli di avvicinarsi al Vortice Nero (una sorta di buco nero), che si trovava poco distante.
Un giorno il Drago rosso volle andare a vedere il Vortice Nero ma imprudentemente si avvicinò troppo, tanto che esso cominciò a risucchiarlo al suo interno. Il Drago rosso però con un possente battito d'ali riuscì ad uscirne e dallo slancio colpì il sole che andò in pezzi creando le varie isole. La madre, arrabbiata per la sua disobbedienza lo condannò a restare finché non avrebbe accumulato un tesoro e la saggezza; la madre i fratelli quindi andarono in altre parti dell'universo a creare altri soli mentre il Drago rosso se ne creò uno per scaldarsi nel suo esilio forzato. Dopo alcuni secoli apparvero gli uomini (il Drago rosso li chiama vermiciattoli) ai quali il Drago rosso insegnò a parlare, ma un brutto giorno essi lo ripudiarono e lui per vendicarsi cominciò a mangiare principesse, al ritmo di una per secolo.

Lista episodi[modifica | modifica wikitesto]

Ordine italiano della prima stagione

Titolo italiano Titolo francese originale Titolo inglese
01 Vita da drago Une vie de dragon It's a Dragon's Life
02 L'isola della nebbia L'ile au brumes The Isle of Mist
03 Per un pugno di legumi Pour une poignée de légumes A Fist Full of Veggies
04 Il drago per la coda Le dragon par la queue Dead Dragon Walking
05 Billy il tenace Billy le teigneux Billy Toughnut
06 Casa dolce casa On ne devrait jamais quitter l'auberge du dragon qui ronfle There's No Place Like Home!
07 Lo strano gusto del Cocomak Le gout étrange de Cocomak The Strange Taste of Cocomak
08 Lacrime di Petrovil Lacrime di Petroville Don't Look Now
09 Lo chiamavano drago Son nom est dragon The Name is Dragon
10 Cercasi Zoria La recherche de Zoria Desperately Seeking Zoria
11 L'isola del mais La petite baston dans la prairie Little Rumble on the Prairie
12 Il drago delle nevi Dragon des hautes neiges The Deep North Dragon
13 Il ritorno di Roger Le retour de Roger The Return of Roger
14 Ospiti indesiderati Des invités indésirables Unwelcome Guests
15 Un colpo da maestro La botte de Kiwajel The Kiwajel Thrust
16 L'antidoto del Mimikar La glande du Mimikar Gland of the Mimikar
17 Cacciatori di taglie La prime de Zimbrenelle For a Few Veggies More
18 La fattoria degli orfani La ferme aux orphelins The Orphan Farm
19 Un gioco da ragazzi Un jeu d'enfant Child's Play
20 Lo scacciacoliche La pétochasse Collywoble Water
21 La sindrome della salamandra Plus toute sa tête Who's Lost Their Head Now?
22 Gwizdo innamorato Il est amoureux-eux! Baby-Love, oh Baby-Love!
23 Licenza di caccia Retrait de permis Can I See Your License Please?
24 Il principe azzurro Le prince charmant Prince Charming
25 Una famiglia d'oro Une Famille en or The Family Fortune
26 La congiunzione delle tre lune La conjonction des trois lunes The Conjunction of the Three Moons


Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

L'editore Delcourt ha pubblicato tre albi di fumetto tratto dal cartone animato, disegnato e scritto da Mathieu Venant, colorato da Lorien.

  • Chasseurs de dragons 1. Un dragon comme pas deux
  • Chasseurs de dragons 2. Copains comme zombies
  • Chasseurs de dragons 3.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Da questo cartone animato è stato tratto un videogioco per piattaforma Nintendo DS: Dragon Hunters - Cacciatori di Draghi; il gioco è un platform dalla grafica tridimensionale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione