Bruno Tasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno Tasso

Bruno Tasso (Milano, 16 maggio 1914Milano, 7 novembre 1962) è stato un traduttore e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anglista, curò diverse antologie (per esempio quella ragionata in materia di letteratura dell'orrore: Un secolo di terrore, Sugar, 1960) e fu lungamente legato all'editore Garzanti. Tradusse, tra gli altri, Charles Dickens, George Orwell, William Faulkner, Ellery Queen, Truman Capote, Herman Melville, Mary Shelley e Nathaniel Hawthorne. Morì suicida per stress da lavoro.

Bruno ha avuto una figlia, Laura, che ha seguito le orme del padre nell'attività di traduttrice[1].

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I traduttori, questi sconosciuti, Milanonera.com, 3 ottobre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2872150749001316420008 · WorldCat Identities (EN2872150749001316420008