Brunella Tocci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brunella Tocci
Brunella Tocci Miss Italia 1955.jpg
Altezza167 cm
Misure87-45-88
Occhineri
Capellineri
MissItalia 1955

Brunella Tocci, all'anagrafe Bruna Tocci[1] (Roma, 24 maggio 1937[1]), è una giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice italiana eletta Miss Italia 1955.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Roma ed eletta Miss Calabria, ha vinto il concorso Miss Italia nel 1955 a Rimini. Iniziò la sua carriera televisiva come giornalista e poi conduttrice televisiva.[2][3] In seguito è stata tra le vallette di Mario Riva al Musichiere.

Successivamente ha lavorato come annunciatrice televisiva dalla sede Rai di Roma (insieme a Nicoletta Orsomando, Gabriella Farinon, Aba Cercato, Anna Maria Gambineri, Mariolina Cannuli ed Anna Maria Xerry De Caro). Nel 1963 è la madrina per la Calabria a Gran Premio (la Canzonissima di quell'anno), l'anno dopo con Pippo Baudo è a Un disco per l'estate 1964 che lanciò il tormentone estivo Sei diventata nera.

Ha poi avuto un'interessante esperienza come funzionaria Rai: era funzionaria di servizio, tra i quattro funzionari che "aprivano" letteralmente le trasmissioni TV, avendo fisicamente le chiavi del locale mixer, da cui si irradiavano tutte le trasmissioni.

Dal 1971 è giornalista professionista iscritta all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria,[1] ed ha condotto dapprima il Telegiornale del pomeriggio tra il 1972 ed il 1976, alternandosi con Bianca Maria Piccinino, Angela Buttiglione e Gabriella Martino, e poi, a seguito della riforma della Rai del 1975, è stata nel marzo dello stesso anno tra i fondatori del TG2 diretto da Andrea Barbato, e a lungo ideatrice e conduttrice del TG2 Stanotte, con Nuccio Puleo e altri famosi giornalisti.

Ha ideato e condotto varie rubriche giornalistiche della Rai, tra cui Vediamoci sul Due e Spazio Donna, con particolare attenzione alle tematiche della condizione femminile. Per anni è stata autrice di varie rubriche su quotidiani e periodici, tra cui Penelope con gli stivali e Rosa ma non troppo....

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Elenco professionisti, su Ordine dei Giornalisti dell'Umbria.
  2. ^ L'albo d'oro di Miss Italia - Brunella Tocci, su missitalia.it. URL consultato il 29 agosto 2018.
  3. ^ Jessica Rizza, 1955: da Miss a giornalista, in Donna Moderna. URL consultato il 29 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 30 agosto 2018).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Brunella Tocci, su L'albo d'oro di Miss Italia, missitalia.it. URL consultato il 4 dicembre 2020.
Predecessore Miss Italia Successore
Eugenia Bonino 1955 Nives Zegna