British firms

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

British firms è un nome utilizzato per descrivere i gruppi criminali organizzati del Regno Unito[1].

In analogia ai Penose nei Paesi Bassi ed al Milieu in Francia, il Regno Unito è stato tradizionalmente la sede di gruppi criminali coinvolti in diverse attività illegali[2]. La criminalità nel Regno Unito è multietnica, come lo è la sua società, ma hanno in comune la loro provenienza. Il gruppo etnico dominante è ancora composto da gruppi criminali di britannici bianchi [2].

Al di fuori delle British firms, coesistono gruppi criminali stranieri, come la mafia turca, la mafia albanese, le Triadi, la mafia russa, gli Yardies e gruppi criminali vietnamiti [3]. Tutta la Gran Bretagna si dice ospiti 7.500 diversi gruppi criminali che costano al Regno Unito, circa 135 milioni di € al giorno [4].

Crimine organizzato a Londra[modifica | modifica wikitesto]

Liverpudlian mafia[modifica | modifica wikitesto]

Crimine organizzato a Glasgow[modifica | modifica wikitesto]

Crimine turco-cipriota[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi criminali nigeriani[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi criminali somali[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi criminali pachistani[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi criminali indiani[modifica | modifica wikitesto]

Gruppi criminali tamil[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]